Musictory Notizie festival di sanremo

festival di sanremo

  • Conduttori Sanremo 2022: Mara Venier potrebbe realizzare il suo sogno

    15
    Apr
    2021

    Si parla già del Festival di Sanremo 2022. Archiviata da poco più di un mese l’edizione del 2021, la più strana della storia della kermesse canora italiana data la totale assenza di pubblico e di eventi secondari a causa delle misure di sicurezza dettate dalla pandemia, si accendono i riflettori sulla prossima edizione.

    Leggi tutto l’ articolo »
  • Esibizioni Sanremo, la divisione degli artisti nelle prime due serate

    01
    Mar
    2021

    Sono state annunciate le esibizioni dei concorrenti nella 71esima edizione del Festival di Sanremo. Come di consueto i big in gara presenteranno i brani durante le prime due serate della gara.

    La categoria dei BIG quest’anno conta 26 artisti in gara, dai giovanissimi che debuttano per la prima volta all’Ariston ad alcuni grandi che ritornano.

    Durante la conferenza stampa di oggi, in seguito ad un sorteggio, sono state svelati i blocchi di artisti della prima e della seconda puntata.

    Martedì 2 marzo si esibiranno: Aiello, Arisa, Annalisa, Colapesce Dimartino, Coma Cose, Fasma, Michielin e Fedez, Francesco Renga, Ghemon, Irama, Madame, Maneskin e Max Gazzè.

    Mercoledì 3 marzo si esibiranno: Bugo, Gaia Gozzi, Ermal Meta, Extraliscio, Gio Evan, Fulminacci, La rappresentante di lista, Lo stato sociale, Malika Ayane, Noemi, Orietta Berti, Random, Willie Peyote.

    L’ordine di uscita degli artisti sarà annunciato durante la mattinata, rispettivamente di martedì e mercoledì, sempre in seguito ad un sorteggio,

  • Diodato torna a Sanremo “Non mi sentirò solo, sentirò di essere insieme a tutti voi”

    01
    Mar
    2021

    Diodato torna a fare rumore al Teatro Ariston, ospite della 71esima edizione del Festival Di Sanremo, lo stesso festival che proprio un anno fa lo aveva consacrato a vincitore della kermesse della musica italiana.

    Voluto fortemente da Amadeus, il giovane artista riporterà il brano della vittoria nel teatro Ligure, quest’anno purtroppo deserto.

    “Domani, come avrete già letto, sarò ospite della prima serata del Festival di Sanremo.
    Tornare su quel palco dopo il trionfo dello scorso anno, dopo tutto ciò che mi è accaduto durante questi dodici mesi fuori dall’ordinario, sarà un grande onore.
    E lo sarà anche perché, in un momento come questo, credo sia importante avere la possibilità di ritrovarsi, di passare del tempo insieme, di potersi sintonizzare sulle stesse emozioni, su un adesso comune.
    Un anno fa quella canzone era qualcosa di intimo, personale e io stesso ero concentrato sul cercare di comunicare le mie sensazioni.
    Oggi è un’altra cosa, qualcosa che non appartiene più solo a una mia intimità, ma anche a chi ha ritrovato lì dentro un pezzo della sua vita, a chi l’ha scelta per comunicare la propria presenza in questo tempo sospeso, a chi l’ha usata per abbattere i muri di silenzio, dentro e fuori.
    È una cosa che, in questi ultimi mesi, è accaduta a molte delle mie canzoni e questo è probabilmente il premio più importante che ho ricevuto.
    Per questo, so già che domani non mi sentirò solo in quel teatro. Sentirò di essere insieme a tutti voi, con le vostre voci, e sarà un privilegio sentire di appartenere a un noi.
    Canteremo insieme Fai rumore e chissà, magari avremo modo di innamorarci ancora in questo altrove di questa vita meravigliosa.
    Grazie ad Amadeus e a tutti coloro stanno lavorando duramente, con incredibile attenzione, per creare un momento di unità, coesione, spettacolo, leggerezza, cultura.
    Che sia una boccata di ossigeno, una energica spinta per un settore che soffre da troppo tempo e per il Paese tutto.”

  • Le canzoni d’autore a Sanremo: Rino Gaetano, Lucio Battisti, Luigi Tenco e tanti altri

    22
    Feb
    2021

    A una settimana dall’inizio del Festival Di Sanremo, arrivano i tanto attesi dettagli sulla serata dei duetti, quest’anno trasformata nella serata delle canzoni d’autore. Grandi successi della musica italiana tornano a vivere sul palco del Teatro Ariston, grazie alle voci dei 26 big in gara e altrettanti speciali ospiti.

    Questa edizione, senza pubblico in sala, la sera di giovedì 4 marzo potrebbe essere proprio quella giusta per coinvolgere il pubblico del Festival di Sanremo con canzoni già note, già “canticchiabili”.

    Aiello con Vegas Jones Gianna (Rino Gaetano)

    Annalisa La musica è finita (Ornella Vanoni)

    Arisa Quando (Pino Daniele)

    Bugo con Pinguini Tattici Nucleari Un’avventura (Lucio Battisti)

    Colapesce/Dimartino Povera patria (Franco Battiato)

    Coma_Cose con Alberto Radius e Mamakass Il mio canto libero (Lucio Battisti)

    Ermal Meta con Napoli Mandolin Orchestra Caruso (Lucio Dalla)

    Extraliscio feat Davide Toffolo con con Peter Pichler Medley Rosamunda (Gabriella Ferri)

    Fasma con Nesli La fine (Nesli)

    Francesco Renga con Casadilego Una ragione di più (Ornella Vanoni)

    Fulminacci con Valerio Lundini e Roy Paci Penso positivo (Jovanotti)

    Gaia con Lous and the Yakuza Mi sono innamorato di te (Luigi Tenco)

    Ghemon con Neri per Caso Medley Le ragazze, Donne, Acqua e sapone, La canzone del sole

    Gio Evan con i cantanti di The Voice senior Gli anni (883)

    Irama Cyrano (Francesco Guccini)

    La rappresentante di Lista con Donatella Rettore Splendido splendente (Donatella Rettore)

    Lo Stato Sociale con Sergio Rubini e i lavoratori dello spettacolo Non è per sempre (Afterhours) 

    Madame Prisencolinensinainciusol (Adriano Celentano)

    Malika Ayane Insieme a te non ci sto più (Caterina Caselli)

    Maneskin con Manuel Agnelli Amandoti (Cccp di Giovanni Lindo Ferretti)

    Max Gazzè con M.M.B. Del mondo (Csi di Giovanni Lindo Ferretti)

    Francesca Michielin e Fedez medley Del Verde (Calcutta) – Le cose che abbiamo in comune (Daniele Silvestri)

    Noemi con Neffa Prima di andare via (Neffa)

    Orietta Berti con Le Deva Io che amo solo te (Sergio Endrigo)

    Random con The Kolors Ragazzo fortunato (Jovanotti)

    Willie Peyote con Samuele Bersani Giudizi Universali (Samuele Bersani)

  • Novità Sanremo 2021: arriva la musica d’autore nella terza puntata

    10
    Feb
    2021

    Ogni anno la direzione del Festival di Sanremo con il suo direttore artistico introducono una novità nella gara e quest’anno ci sarà, nella terza puntata del 4 marzo, la musica d’autore.

    L’edizione di quest’anno, la numero “70 +1”, vede il numero dei partecipanti in gara nella sezione Campioni salire a 26. Inoltre durante la terza serata si celebra la musica d’autore: sarà una puntata dedicata alla reinterpretazione, da parte dei cantanti in gara, di alcuni dei brani che fanno parte della storia della musica d’autore italiana.

    Questo fa sì che potrebbero tornare sul palco dell’Ariston dei brani della storia del Festival di Sanremo, sia canzoni che hanno vinto che canzoni che si sono classificate infondo alle classifiche, come anche brani che fanno solamente parte della storia della musica italiana senza essere mai arrivate a Sanremo.

  • Sanremo “70 + 1”: un lungo viaggio tra voci e note

    09
    Feb
    2021

    Ancora più musica: con 26 Campioni in gara, ai quali si aggiungono le 8 Nuove Proposte, il Festival di Sanremo “70 + 1” firmato dal Direttore Artistico Amadeus sarà un nuovo viaggio nel mondo delle note, in tutte le sue sfumature. Cinque appuntamenti, dal 2 al 6 marzo in prima serata su Rai1, Radio2 e RaiPlay, in diretta da un Teatro Ariston completamente trasformato dalla scenografia di Gaetano e Chiara Castelli. 

    Ad accompagnare i cantanti, l’Orchestra del Festival – composta da musicisti professionisti in par-te scelti dalla Rai e in parte messi a disposizione dalla Fondazione Orchestra Sinfonica di Sanremo – e i coristi.

    “Io, Fiorello e tutte le persone che lavorano con noi – dice Amadeus – siamo sicuri che sarà un Sanremo da ricordare, in un anno tra i più difficili della nostra vita, con la voglia di ripartire e di regalare al pubblico a casa qualcosa di unico. Il Festival di Sanremo ci appartiene, appartiene al costume e alla musica di questo Paese. Anche tra mille difficoltà: ‘La musica non si ferma mai’. Lo spettacolo sta per iniziare!”.’

    I 26 Campioni parteciperanno ciascuno con una canzone inedita e si esibiranno a gruppi di 13 nella prima e nella seconda serata del Festival. Nella terza serata, quella del giovedì, i 26 Campioni interpreteranno un brano tratto dal repertorio della canzone d’autore italiana, e tutti torneranno a esibirsi il venerdì e il sabato, durante la serata finale. Sabato poi, dopo le votazioni, finalissima a 3 per contendersi la vittoria nella categoria Campioni.

    I giovani della categoria Nuove Proposte – 6 provenienti da “Sanremo Giovani” dello scorso dicembre e 2 da Area Sanremo – si esibiranno in gruppi da 4 durante la prima e la seconda serata del Festival di Sanremo, il martedì e il mercoledì. In ognuna di queste serate solo in 2 supereranno il turno e approderanno alla finale di venerdì in cui le 4 Nuove Proposte si sfideranno per aggiudicarsi il titolo di vincitore della categoria del 71° Festival della Canzone Italiana.

    Tutte le serate della gara, inoltre, saranno precedute dal “PrimaFestival”, uno spazio quotidiano con notizie curiose, dietro le quinte e interviste.
    Con un palinsesto interamente dedicato, dalla mattina alla sera, in diretta radiofonica e in Visual su Rai Play, Rai Radio2, radio ufficiale del Festival di Sanremo, racconterà le emozioni, i retroscena, i protagonisti e tutta la musica che ruota intorno alla 71esima edizione. 

  • Il secondo Festival di Amadeus: la conferenza stampa

    09
    Feb
    2021

    Il Festival di Sanremo del 2021, nella sua 71esima edizione, è stato confermato dal 2 al 6 marzo. Rispettando tutte le nuove regole per la sicurezza, la kermesse canora avrà anche quest’anno il suo gran finale.

    Si è tenuta oggi dalle 11:30 a Sanremo la prima conferenza stampa del festival, presieduta dal conduttore Amadeus, dal direttore della Rai Stefano Coletta, a direttrice di Radio 2 Paola Marchesini e il sindaco della città Alberto Biancheri.

    E’ stato proprio quest’ultimo a sottolineare la difficoltà di organizzare un evento di così grande portata senza pubblico, senza turisti, senza tutta l’attenzione che ogni anno riempie la città, che rimarrà inevitabilmente bloccata durante il periodo del festival “Non è facile organizzare un Festival in queste condizioni. Grazie alla Rai e al comitato tecnico scientifico. Ieri ho avuto una riunione , stiamo lavorando per i protocolli sanitari fuori dall’Ariston, con il questore e la dirigenza Asl. Questo non vuol dire blindare una città. Abbiamo rinunciato a tutte le collaterali e questo comporterà dei problemi per le attività economiche”.

    Amadeus sarà con Fiorello. La parola è passata al conduttore che, nonostante l’ipotesi di abbandonare il suo ruolo avanzata nei giorni scorsi, fa luce su alcuni punti chiave di questa edizione.

    Raramente guardo una fotografia del passato, l’obiettivo è rendere il Festival che sta per arrivare un Festival unico nel suo genere. Io e Fiorello cercheremo un equilibrio, abbiamo il dovere di dare al pubblico cinque serate di serenità, con la speranza che sia un Festival di una piccola rinascita. Io son o sicuro: si stanno facendo tante vaccinazioni per debellare il virus, e da marzo in poi uno spiraglio possiamo vederlo. Si è detto a volte che era troppo show televisivo, pur apprezzando l’anno scorso il palco all’esterno che ha dato tanto. La nave, che per me era una buona idea, non ci sarà e si torna dentro l’Ariston. Le tre rete sono importantissime, la radio, la stampa e i cantanti sono fondamentali, diventa un momento di unione in questo Sanremo difficile. La musica non si ferma mai”

    Prosegue poi parlando del suo compagno di viaggioFiorello è mio amico da trentacinque anni, per me non può esistere un Festival di Sanremo senza di lui perchè lui illumina tutto ciò che ha intorno, tutti gli vogliono bene. Avremo due figure artistiche che saranno con noi tutte  e cinque le sere: Achille Lauro, che sta preparando cinque quadri, e Ibrahimovic, che è un personaggio del calcio strepitoso, da scoprire, è tante cose“.

  • CTS dà il via libera a Sanremo “Impostazione sembra buona”

    03
    Feb
    2021

    Lo spettacolo può continuare. Arriva oggi la risposta del CTS (Comitato Tecnico Scientifico) che dà il via libera alla gara canora, accettando e promuovendo le regole di sicurezza presentate dalla Rai.

    “L’impostazione ci sembra buona. – fanno sapere oggi – Se la Rai manterrà questo rigoroso approccio e il territorio intorno al teatro sarà adeguatamente sorvegliato per impedire assembramenti, per quel che ci riguarda l’evento si dovrebbe fare”.

    Il festival di Sanremo si svolgerà dal 2 al 6 marzo come annunciato mesi fa, in seguito allo slittamento “necessario” a causa della pandemia e di tutte le misure di sicurezza dettate dal governo.

    Gli artisti, che dovranno arrivare nella città di Sanremo con esito del tampone negativo, saranno poi tamponati ogni 72 ore durante la settimana sanremese. E così avverrà per la cerchia, il più ristretta possibile, dei loro collaboratori. Se dovesse essere contagiato per il cantante scatterebbe l’esclusione immediata dalla gara “Non è che a Sanremo le regole sono diverse, eh. Se positivo, un cantante deve essere messo subito in quarantena e come lui l’intero entourage“

  • “Festival al Forum? Impossibile cambiare città” il no del sindaco di Sanremo

    03
    Feb
    2021

    Una follia anche solo averlo pensato, chè chi dice questo. Il Festival di Sanremo non può cambiare location, non può svolgersi come hanno proposto i discografici al Forum di Assago. La storia tra il festival e la città dei fiori è indissolubile.

    A essere completamente contrario all’ipotesi, già scartata, del Festival al Forum di Assago è il sindaco della città, Alberto Biancheri che non ammette alcun cambio di rotta per uno degli eventi più “storici” della città ligure “Sull’ipotesi invece di spostare il festival dalla città di Sanremo… io ascolto e cerco di parlare il meno possibile, penso che il Festival e la città di Sanremo siano indissolubili”.

    Sarà un Festival difficile, tanto i lavoratori coinvolti che per gli stessi cittadini di Sanremo abituati a riversarsi per le vie della città in cerca di qualche incontro con gli artisti in gara “Sapevamo che sarebbe stato un Festival complicato (…) quando abbiamo deciso le date a novembre con la Rai ed Amadeus mai avremmo pensato di trovarci dopo mesi ancora in una situazione epidemiologica così difficile. Oggi però è stato fatto il primo passo, ed è stato deciso giustamente, di fare un festival in sicurezza, purtroppo per la città, per i turisti, per i cittadini, ridimensionato e poi aspettiamo i dettagli del protocollo sanitario del CTS per capire come gestire ogni passaggio”.

    Il festival si farà le adeguate misure di sicurezza annunciate nei giorni scorsiLa cosa più importante è la sicurezza, non vogliamo rischiare che il festival possa rappresentare una nuova ripartenza del virus o possa avere altre problematiche. Cercheremo di far sì che sia un festival spumeggiante, di sicuro i temi non mancheranno: cercheremo di capire come gestire, a livello sanitario, tutte le uscite dei cantanti, dei giornalisti. Sto lavorando con la Rai per ampliare il numero delle sale stampa per poterle avere in presenza e avere più spazio possibile e meno rischi possibili durante le conferenze stampa”.

  • La Rai ha deciso. Sanremo senza pubblico, senza eventi e con idee compatibili alla situazione

    01
    Feb
    2021

    La Rai ha deciso come sarà il Festival di Sanremo di quest’anno. In una nota diffusa dall’ufficio stampa sono stati annunciati i “punti chiave” di questa strana edizione. Ora si attende la risposta del CTS che arriverà la prossima settimana.

    Il Festival di Sanremo non verrà cancellato ma avrà luogo, come stabilito dal 2 al 6 marzo, con tutti i concorrenti in gara ma senza pubblico, argomento che nelle ultime settimane ha fatto molto discutere.

    Probabilmente una decisione che non sarà stata apprezzata da qualcuno, tipo lo stesso conduttore che inizialmente aveva proposto “soluzioni di ogni tipo” per avere qualcuno seduto in platea all’Ariston.

    Ma alla fine gli attacchi del Codacons e le dichiaraione del Comitato tecnico Scientifico, oltre alle infinite polemiche che si sono sollevate in rete, hanno portato la Rai a trovare un compromesso pur di portare a casa questa edizione.

    “La Rai, al termine di una riunione con il Direttore Artistico in cui sono stati esaminati in dettaglio i vari scenari, ritiene che la 71a edizione del Festival di Sanremo, prevista dal 2 al 6 marzo, debba concentrarsi esclusivamente sull’evento serale al Teatro Ariston. Per tale motivo domani l’azienda presenterà al Cts il protocollo organizzativo-sanitario che non prevede la presenza del pubblico al Teatro Ariston. La Rai ha dato pertanto indicazioni al direttore artistico per lavorare su idee creative compatibili con questa impostazione”.

    Il festival non sarà solo senza pubblico, ma senza nemmeno tutti gli eventi ad esso collegati.

    “Non sono previsti eventi esterni e la presenza a Sanremo di programmi collegati al Festival, che negli ultimi anni hanno animato la rassegna canora. Con tale impostazione la Rai intende produrre il massimo sforzo per realizzare un Festival in sicurezza e portare lo show ai suoi telespettatori nel rispetto del mondo della musica e della storia del Festival“.

Questo sito web utilizza cookies di profilazione di terze parti per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner, scrollando la pagina acconsenti all'uso dei cookie.leggi di più
Musictory utilizza YouTube API Services. Per info clicca qui