Musictory Notizie Cesare Cremonini

Cesare Cremonini

  • Cremonini sulla Carrà “Ricordo l’innamoramento”

    06
    Lug
    2021

    Cesare Cremonini ricorda Raffaella Carrà. Nel giorno della sua improvvisa scomparsa all’età di 78, sono tanti tantissimi (tutti) gli artisti che hanno voluto raccontare il primo incontro con la donna della tv italiana.

    Leggi tutto l’ articolo »
  • Cesare Cremonini ha scritto il soggetto e sarà il regista di un film su Lucio Dalla

    17
    Giu
    2021

    Cesare Cremonini torna al cinema. E stavolta per lui ci sarà l’esordio dietro la macchina da presa. Sarà il cantautore bolognese a scrivere e dirigere l’atteso film su Lucio Dalla, prodotto da Tenderstories e Papaya Records. 

    Leggi tutto l’ articolo »
  • “La teoria dei colori” è doppio disco di platino

    31
    Mag
    2021

    Una settimana ricca di grandi novità per Cesare Cremonini. Dopo l’annuncio del tour per il 2022, l’artista ha ricevuto unìimportante notizia per uno dei suoi album.

    Leggi tutto l’ articolo »
  • Cesare Cremonini “Con gioia annuncio le date del tour”

    31
    Mag
    2021

    Cesare Cremonini finalmente in tour. Dopo aver annullato le date del 2020, poi ancora nel 2021, ora finalmente l’artista vede “la luce infondo al tunnel”.

    Leggi tutto l’ articolo »
  • Accorciare l’attesa, Cesare Cremonini “Il nuovo disco il prima possibile”

    20
    Apr
    2021

    Il nuovo disco di Cesare Cremonini c’è, l’album è praticamente pronto e ora l’attesa per la sua pubblicazione è ormai al termine. Il tour dell’artista bolognese è slittato al prossimo anno, ma il disco no, la musica nuova non può aspettare.

    Leggi tutto l’ articolo »
  • Anche Cesare Cremonini rimanda il tour al 2022

    15
    Apr
    2021

    Tiziano Ferro, Ultimo, Francesco Renga e ora anche Cesare Cremonini. Gli artisti stanno annunciando ormai ora dopo ora la cancellazione dei concerti per il 2021 e la loro riprogrammazione per il prossimo anno.

    Leggi tutto l’ articolo »
  • Cesare Cremonini al Teatro di Bologna “Meraviglia svuotata dalla pandemia”

    16
    Feb
    2021

    Cesare Cremonini in visita al Teatro comunale di Bologna, un luogo magico della città ormai diventato uno spettacolo quasi spettrale. Da mesi ormai chiuso al pubblico, il teatro è uno dei tanti luoghi che maggiormente hanno subito le conseguenze di questa emergenza sanitaria.

    Oggi ho rivisto un palco, i camerini, respirato l’atmosfera degli spettacoli, dopo tanto tempo. – scrive l’artista pubblicando un’immagine dell’interno del teatro, completamente deserto e spento –  Il teatro comunale di Bologna è unico. Sta per compiere quattro secoli di storia e la sua forma a campana della platea (a guardarla sembra quasi la cassa armonica di un violoncello!) genera un’acustica perfetta e consente di vedere bene da qualsiasi posizione. Ho iniziato ad andarci da piccolo perché mia madre amava portarmi con lei ai concerti di musica classica e alle opere liriche. Fin dal primo momento, entrandoci, avevo avvertito il potere del palco. Una attrazione che non prevede l’esistenza di maestri, non di quelli reali se non altro. È un istinto.”.

    Il dolore maggiore è vedere la desolazione che c’è oggi “Oggi vedere questa meraviglia svuotata a causa della pandemia mi ha colpito molto ma allo stesso ho potuto respirare quell’istinto e mi ha fatto bene. Con un pianoforte al centro pronto per essere suonato da grandi musicisti. Mi è sembrato un paradiso.”

    “Ho avuto la fortuna di scendere nei sotterranei ad ammirare qualcosa di straordinario e geniale – continua – Non tutti lo sanno ma un altro tesoro del comunale è il suo meccanismo ligneo progettato ai primi dell’Ottocento dai macchinisti dell’epoca, quindi dagli stessi professionisti del settore, che consentiva il sollevamento della platea a livello del palcoscenico, per realizzare veglioni e feste da ballo, come accadeva allora di frequente. Esposti sui muri nelle sale di ingresso ci sono i cartelloni e le locandine che testimoniano il fatto che i teatri più preziosi erano simbolo della vitalità culturale e popolare delle città. Sono convinto che presto torneranno pieni. Loro. I palasport. Gli stadi. Le spiagge. È l’istinto che ci riporta lì.”

    Infine conclude con una riflessione più profonda sul senso di privacy “Più tardi, nel pomeriggio, sono andato in un centro commerciale per acquistare un regalo. Era pieno e alla cassa ho notato lunghe file disordinate. Ho ripensato al vuoto del teatro e a quei loggioni separati, distinti, eleganti anche nel promettere privacy, distanziamento. Sembra nato per proteggerci.”.

  • Squerez dei Lunapop compie 21 anni: tra i dieci album più venduti di sempre

    30
    Nov
    2020

    Il 30 novembre 1999, usciva “…Squérez?”, il disco d’esordio dei Lùnapop di Cesare Cremonini, riconosciuto da F.I.M.I. (Federazione Industria Musicale italiana) come il disco d’esordio di una band italiana più venduto di sempre.

    Leggi tutto l’ articolo »

  • Cesare Cremonini “21 anni fa usciva in radio Un giorno migliore”

    27
    Nov
    2020

    27 novembre 1999, i Lunapop pubblicano il brano Un giorno migliore come secondo estratto dall’unico album in studio …Squérez?, il loro grande successo. Un giovanissimo Cesare Cremonini non si aspettò tale successo: il brano arrivò alla vetta dei brani più trasmessi il 22 dicembre 1999, rimanendoci fino a marzo 2000.

    Leggi tutto l’ articolo »

  • Cesare Cremonini direttore e Vasco Rossi scrittore per Vanity Fair

    17
    Nov
    2020

    Cesare Cremonini è il direttore artistico del nuovo numero di Vanity Fair. Per la speciale occasione chiama anche Vasco Rossi come scrittore.

    Leggi tutto l’ articolo »