Musictory Notizie maneskin

maneskin

  • Maneskin contro Grillo, Damiano “Stupro anche se viene denunciato dopo”

    20
    Apr
    2021

    Damiano dei Maneskin contro Beppe Grillo e le recenti affermazioni che tentavano di difendere il figlio, accusato di abusi sessuali.

    Leggi tutto l’ articolo »
  • E’ “Madame” l’album più venduto in Italia

    09
    Apr
    2021

    La giovane Madame con il suo primo disco, l’omonimo Madame, conquista la vetta della nuova classifica di FIMI. Il disco uscito dopo la sua partecipazione al Festival di Sanremo, con il brano Voce, è il più venduto della seconda settimana di aprile 2021.

    Con l’album di debutto la giovane artista supera anche i Maneskin che si fermano al secondo posto della classifica italiana con il loro Teatro D’Ira – Vol 1. Terzo posto per Psicologi con il nuovo disco Millennium Bug X.

    A seguire Massimo Pericolo con Solo tutto, Mace con Obe, Capo Plaza con Plaza e Justin Bieber con Justin.

    Risale di qualche posizione, passando dalla 12 alla 8, Sfera Ebbasta con Famoso.

    Nono nono posto per Emis Killa & Jake La Furia con 17 Dark Edition.

    Chiude la TOP10 di questa settimana Marracash con l’album Persona.

  • “Teatro D’Ira” dei Maneskin certificato disco d’oro

    06
    Apr
    2021

    Il nuovo album dei MåneskinTeatro d’ira – Vol. I”, uscito il 19 marzo, è già certificato ORO. Il disco ha totalizzato oltre 75 milioni di streaming e ha conquistato la posizione #6 nella Top 10 Global Album Debuts di Spotify, dopo aver debuttato in posizione #1 nella classifica album FIMI/Gfk e #1 nella classifica dei vinili più venduti ad una settimana dall’uscita.

    A distanza di due anni dalla pubblicazione de “Il ballo della vita”, doppio disco di platino, il gruppo italiano più irriverente della scena musicale pubblica “Teatro d’ira – Vol. I”, il primo volume di un progetto più ampio che si svilupperà nel corso dell’anno e che racconterà in tempo quasi reale gli sviluppi creativi della band insieme alle prossime importanti esperienze. Un percorso ambizioso e in continuo divenire, partito dai singoli “Vent’anni” (disco di platino) e da “Zitti e buoni”, brano con cui hanno vinto il 71° Festival di Sanremo, già certificato platino e che conta ad oggi 17 milioni di streaming. Scritto interamente dai Måneskinil nuovo album è stato registrato tutto in presa diretta al Mulino Recording Studio di Acquapendente (VT), rimandando alle atmosfere analogiche dei bootleg anni ’70, con l’idea e la voglia di ricreare la dimensione live vissuta dal gruppo nel loro primo lungo tour di 70 date fra Italia e Europa. Un disco tutto suonato, crudo, contemporaneo, capace di rappresentare lo stile e il sound della band.

    I Måneskin porteranno la loro incredibile carica dal vivo per la prima volta sui palchi dei più importanti palazzetti italiani, dove suoneranno il loro secondo album “Teatro d’ira – Vol. I” in un tour di 11 dateorganizzato e prodotto da Vivo Concerti.

    La band composta da Damiano, Victoria, Thomas ed Ethan ha mandato sold out in pochissimo i concerti previsti al Palazzetto dello Sport di Roma (14 e 15 dicembre 2021) e del Mediolanum Forum di Assago (18 e 19 dicembre), a cui si è aggiunto un terzo show al palazzetto di Milano, previsto per il 22 marzo 2022. La tournée farà tappa il 20 marzo all’Unipol Arena di Casalecchio di Reno (BO), il 26 marzo al PalaPartenope di Napoli, il 31 marzo al Nelson Mandela Forum di Firenze, il 3 aprile al Pala Alpitour di Torino, l’8 aprile al PalaFlorio di Bari e si concluderà nell’iconica Arena di Verona il 23 aprile 2022. Questo sarà un live evento che vedrà i Måneskin aprire la stagione dei grandi concerti 2022 dell’Arena.

    I Måneskin hanno iniziato a esibirsi live da giovanissimi nelle strade di Roma e con la loro carica fuori dal comune hanno conquistato il pubblico, spazzando via stereotipi di genere, mescolando influenze e stili in un mix originalissimo e unico, arrivando a collezionare oltre 17 dischi di platino e 6 dischi d’oroDopo la vittoria sul palco di Sanremo, rappresenteranno l’Italia all’edizione 2021 dell’Eurovision Song Contest prevista per maggio a Rotterdam, portando il loro messaggio di libertà e la voglia di lasciare il segno.

  • Maneskin “Avevamo cacciato Damiano”

    06
    Apr
    2021

    Rivelazione inaspettata da parte di Victoria, l’unica ragazza dalla band che suona il basso. La giovane artista ha raccontato alcuni aneddoti della band formatasi nel 2016.

    “Facevamo metal e Damiano voleva fare cose più pop. Lo abbiamo allontanato”, queste le parole della giovane musicista.

    Dopo questo momentaneo addio, la ragazza incontrato l’attuale chitarrista, Thomas Raggi. Insieme a lui hanno contattato diversi cantanti, tra cui una ragazza con un indubbio talento, che tuttavia non è riuscita a far combaciare i suoi impegni privati con quelli del gruppo.

    “In quel momento si è rifatto vivo Damiano. Mi ha scritto che voleva fare sul serio: non era più una pippa, era migliorato”, così la bassista ha commentato l’arrivo del cantante all’interno della band.

    Una scelta perfetta visto il grande successo che il gruppo ha avuto negli anni, coronato nel 2021 con la vittoria al Festival di Sanremograzie al brano Zitti e buoni, che li porterà a rappresentare l’Italia al prossimo Eurovision Song Contest.

  • “Teatro d’Ira” dei Maneskin è il primo album in Italia

    29
    Mar
    2021

    Il nuovo album dei Måneskin “Teatro d’ira – Vol. I”, uscito il 19 marzo, è il disco più venduto in Italia, #1 nella classifica album FIMI/Gfk e #1 nella classifica dei vinili più venduti!

    Il disco ha totalizzato ad oggi 61 milioni di streaming e ha conquistato la posizione #6 nella Top 10 Global Album Debuts di Spotify. 

    “Zitti e Buoni”, brano vincitore del 71° Festival di Sanremo, che conta oltre 27 milioni di streaming,  ha debuttato nella posizione #106 della Billboard Global Excl. U.S. Chart e si posiziona al terzo posto nella Top 10 dei singoli più venduti in Italia.

    A distanza di due anni dalla pubblicazione de “Il ballo della vita” (questa settimana ancora #14 nella classifica FIMI/Gfk), doppio disco di platino, il gruppo italiano più irriverente della scena musicale presenta “Teatro d’ira – Vol. I”, il primo volume di un nuovo progetto più ampio che si svilupperà nel corso dell’anno e che racconterà in tempo quasi reale gli sviluppi creativi della band insieme alle prossime importanti esperienze. Un percorso ambizioso e in continuo divenire, partito dai singoli “Vent’anni” (disco di platino) e da “Zitti e buoni”. Scritto interamente dai Måneskin, il nuovo album è stato registrato tutto in presa diretta al Mulino Recording Studio di Acquapendente (VT), rimandando alle atmosfere analogiche dei bootleg anni ’70, con l’idea e la voglia di ricreare la dimensione live vissuta dal gruppo nel loro primo lungo tour di 70 date fra Italia e Europa. Un disco tutto suonato, crudo, contemporaneo, capace di rappresentare lo stile e il sound della band. 

    I Måneskin porteranno la loro incredibile carica dal vivo per la prima volta sui palchi dei più importanti palazzetti italiani, dove suoneranno il loro secondo album “Teatro d’ira – Vol. I” in un tour di 11 date, organizzato e prodotto da Vivo Concerti.

    La band composta da Damiano, Victoria, Thomas ed Ethan ha mandato sold out in pochissimo i concerti previsti al Palazzetto dello Sport di Roma (14 e 15 dicembre 2021) e del Mediolanum Forum di Assago (18 e 19 dicembre), a cui si è aggiunto un terzo show al palazzetto di Milano, previsto per il 22 marzo 2022. La tournée farà inoltre tappa il 20 marzo all’Unipol Arena di Casalecchio di Reno (BO), il 26 marzo al PalaPartenope di Napoli, il 31 marzo al Nelson Mandela Forum di Firenze, il 3 aprile al Pala Alpitour di Torino, l’8 aprile al PalaFlorio di Bari e si concluderà nell’iconica Arena di Verona il 23 aprile 2022. Questo sarà un live evento che vedrà i Måneskin aprire la stagione dei grandi concerti 2022 dell’Arena.

    I Måneskin hanno iniziato a esibirsi live da giovanissimi nelle strade di Roma e con la loro carica fuori dal comune hanno conquistato il pubblico, spazzando via stereotipi di genere, mescolando influenze e stili in un mix originalissimo e unico, arrivando a collezionare oltre 16 dischi di platino e 6 dischi d’oro. Dopo la vittoria sul palco di Sanremo, rappresenteranno l’Italia all’edizione 2021 dell’Eurovision Song Contest prevista per maggio a Rotterdam, portando il loro messaggio di libertà e la voglia di lasciare il segno. 

    CALENDARIO TOUR
    Martedì 14 dicembre 2021 || Roma @ Palazzo dello Sport – SOLD OUT
    Mercoledì 15 dicembre 2021 || Roma @ Palazzo dello Sport – SOLD OUT
    Sabato 18 dicembre 2021 || Assago (MI) @ Mediolanum Forum – SOLD OUT
    Domenica 19 dicembre 2021 || Assago (MI) @ Mediolanum Forum –
    Domenica 20 marzo 2022 || Casalecchio di Reno (BO) @ Unipol Arena 
    Martedì 22 marzo 2022 || Assago (MI) @ Mediolanum Forum 
    Sabato 26 marzo 2022 || Napoli @ PalaPartenope 
    Giovedì 31 marzo 2022 || Firenze @ Nelson Mandela Forum
    Domenica 3 aprile 2022 || Torino @ Pala Alpitour 
    Venerdì 8 aprile 2022 || Bari @ PalaFlorio
    Sabato 23 aprile 2022 || Arena di Verona 

  • L’Ira dei Maneskin “Non hanno capito nulla. Il messaggio del brano non è nelle parole ca**o e cog****i”

    22
    Mar
    2021

    “Parla, la gente purtroppo parla”. mai parole furono più azzeccate di queste, in questa situazione. Il brano dei Maneskin vincitore del Festival di Sanremo, porterà la giovane band a rappresentare l’Italia all’Eurovision Song Contest. Ma solo dopo un’attenta revisione del testo della canzone.

    Non solo il brano in gara è stato “ridimensionato” dal punto di vista del tempo, che deve essere massimo di 3 minuti, ma anche le parole del testo hanno subito modifiche.

    Sono stati infatti cambiati alcuni termini definiti troppo forti, come cazzo e coglioni.

    Ospiti di Programma, il live talk di FQMagazine condotto da Claudia Rossi e Andrea Conti, i ragazzi hanno risposto a quanti sostenevano che le parolacce non dovevano essere tolte: “

    Se ci avessero detto ‘cambiate il testo, cambiate le sonorità’ allora è chiaro che lì è un discorso di integrità” dicono i ragazzi ospiti al live talk di FQMagazine condotto da Claudia Rossi e Andrea Conti. Victoria nel suo piccolo ha poi aggiunto: “Abbiamo l’occasione di portare questo brano in un contesto così ampio come l’Eurovision, quindi rinunciare alla partecipazione per due parolacce…”

  • Record di biglietti: 60mila venduti per il tour dei Maneskin

    19
    Mar
    2021

    Partenza eccezionale per il tour dei Måneskin!! Sono infatti oltre 60.000 i biglietti già venduti per la tournée di 11 date che vedrà la band per la prima volta sui palchi dei più importanti palazzetti italiani per presentare, con la loro travolgente energia, il nuovo disco “Teatro d’ira – Vol. I”, uscito oggi e già  #1 su iTunes, #1 in classifica Bestseller in CD e Vinili di Amazon, #1 nella classifica CD musicali del giorno su IBS.IT.

    Dopo la sorprendente vittoria alla 71ma edizione del Festival di Sanremo con il brano “Zitti e Buoni” già certificato disco d’oro, oltre 19 milioni di streaming e un debutto d’eccezione nella posizione #106 della Billboard Global Excl. U.S. Chart, la band composta da Damiano, Victoria, Thomas ed Ethan ha mandato sold out in pochissimo i concerti previsti al Palazzetto dello Sport di Roma (14 e 15 dicembre 2021) e del Mediolanum Forum di Assago (18 e 19 dicembre), a cui si aggiunge un terzo show al palazzetto di Milano, previsto per il 22 marzo 2022.

    La tournée, prodotta e organizzata da Vivo Concerti, farà inoltre tappa il 20 marzo all’Unipol Arena di Casalecchio di Reno (BO), il 26 marzo al PalaPartenope di Napoli, il 31 marzo al Nelson Mandela Forum di Firenze, il 3 aprile al Pala Alpitour di Torino, l’8 aprile al PalaFlorio di Bari e si concluderà nell’iconica Arena di Verona il 23 aprile 2022. Questo sarà un live evento che vedrà i Måneskin aprire la stagione dei grandi concerti 2022 dell’Arena.

    A distanza di due anni dal debutto con “Il ballo della vita”, doppio disco di platino, il gruppo italiano più irriverente della scena musicale presenta “Teatro d’ira – Vol. I”, il primo volume di un nuovo progetto più ampio che si svilupperà nel corso dell’anno e che racconterà in tempo quasi reale gli sviluppi creativi della band insieme alle prossime importanti esperienze. Un percorso ambizioso e in continuo divenire, partito dai singoli “Vent’anni” (disco di platino) link al video e dall’inedito “Zitti e buoni” link al video.

    Scritto interamente dai Måneskin, il nuovo album è stato registrato tutto in presa diretta al Mulino Recording Studio di Acquapendente (VT), rimandando alle atmosfere analogiche dei bootleg anni ’70, con l’idea e la voglia di ricreare la dimensione live vissuta dal gruppo nel loro primo lungo tour di 70 date fra Italia e Europa. Un disco tutto suonato, crudo, contemporaneo, capace di rappresentare lo stile e il sound della band. 

    Damiano, Victoria, Thomas ed Ethan hanno iniziato a esibirsi live da giovanissimi nelle strade di Roma e con la loro carica fuori dal comune hanno conquistato il pubblico, spazzando via stereotipi di genere, mescolando influenze e stili in un mix originalissimo e unico, arrivando a collezionare oltre 16 dischi di platino e 6 dischi d’oro. Dopo la vittoria sul palco di Sanremo, i Måneskin rappresenteranno l’Italia all’edizione 2021 dell’Eurovision Song Contest prevista per maggio a Rotterdam, portando il loro messaggio di libertà e la voglia di lasciare il segno. 

  • L’Eurovision censura il brano dei Maneskin “Zitti e buoni”

    17
    Mar
    2021

    Stavolta i Måneskin hanno deciso davvero di stare “Zitti e buoni”, come il loro brano vittorioso a Sanremo. In qualità di vincitori, rappresenteranno l’Italia all’Eurovision Song Contest 2021 in programma a Rotterdam il 18, 20 e 22 maggio.

    Per partecipare al concorso, però, hanno dovuto drasticamente modificare la loro canzone si in termini di lunghezza (il brano era troppo lungo) che in termini di contenuti, mettendo mano ad alcuni termini. 

    “Non ci ha fatto piacere, l’abbiamo fatto perché altrimenti ci avrebbero squalificato. Abbiamo tolto una parolaccia, è stata una scelta di buon senso. Bisogna anche rendersi conto della realtà dei fatti, siamo ribelli, ma non scemi”. Così Damiano ha spiegato la scelta di censurare le “parolacce” dal brano con cui i Maneskin hanno vinto il Festival di Sanremo. 

    “Non siamo i Led Zeppelin – attacca Damiano -, ma ci devi arrivare a essere i Led Zeppelin, dateci il tempo.Noi nel frattempo dormiamo sereni”. 

  • Roby Facchinetti sui Maneskin “Sono i nuovi Pooh”

    16
    Mar
    2021

    Roby Facchinetti vede i Maneskin come degni eredi dei Pooh.

    A rivelarlo è lo stesso compositore, tastierista e cantante della band di Pensiero, che parlando del risultato ottenuto dai giovani musicisti romani alla kermesse, afferma “Hanno tutti i numeri per farcela“.

    “Se i Maneskin saranno i nuovi Pooh 2.0? Hanno tutti i numeri per farcela. Mi è sembrato che la qualità musicale, che nei particolari non si può certo giudicare da un ascolto televisivo ma dal vivo, sia più che buona”, commenta Roby Facchinetti ai microfoni di Leggo.

    “Hanno grinta da vendere e questo lo hanno dimostrato pure su un palcoscenico che, diciamolo francamente, a quel genere lì non è certo abituato. Anche la teatralità del frontman, Damiano, gioca il suo ruolo ma una band è anzitutto gruppo, insieme, collettivo“.

    A fare concorrenza a Damiano David e il suo rock c’è tuttavia un’altra band, che a Sanremo 21 è stata ospite d’onore con un tributo a Lucio Dalla “I Negramano, bravissimi. Una musica così personale, unica, riconoscibile. E Sangiorgi, con la sua sensibilità, ne è l’anima, il motore“.

  • Maneskin, oro per “Zitti e buoni”

    15
    Mar
    2021

    Arriva un altro premio per Zitti e buoni, il singolo dei Maneskin che ha trionfato a grande sorpresa alla 71esima edizione del Festival di Sanremo.

    Il gruppo composto da Damiano David (voce), Victoria De Angelis (basso), Thomas Raggi (chitarra) e Ethan Torchio (batteria) festeggia la certificazione a Disco d’Oro per il brano che li ha portati a ribaltare completamente la classifica finale della kermesse canora italiana.

    “Zitti e Buoni. Disco d’oro. Grazie mille.” scrivono in un messaggio sui social, festeggiando il traguardo di 25.000 copie vendute in appena 9 giorni dalla finalissima del Festival.

    Con la vittoria a Sanremo, il brano è stato selezionato automaticamente per rappresentare l’Italia all’Eurovision Song Contest.

    Zitti e buoni è la seconda traccia estratta dell’album Teatro d’ira – Vol. I e affonda le proprie origini nel 2016, venendo concepita dal gruppo inizialmente come una ballata e in seguito rielaborata in chiave più rock. Come evidenziato dalla critica specializzata, il testo rappresenta una critica mirata alle generazioni di adulti che non comprendono e non valorizzano i più giovani, i quali sono invitati dal quartetto a non abbassare la testa e a essere la versione più vera di loro stessi.

Questo sito web utilizza cookies di profilazione di terze parti per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner, scrollando la pagina acconsenti all'uso dei cookie.leggi di più
Musictory utilizza YouTube API Services. Per info clicca qui