Al Bano è fuori dalla black list dell’Ucraina

16
Set
2019
Pubblicato da:

Albano Carrisi smette di rappresentare un pericolo pubblico per la sicurezza dell’Ucraina ed è depennato dalla black list.

Dal legale Cristiano Magaletti viene data la notizia, che pone fine, una volta per tutte, alle strane voci circolate sull’artista. Negli ultimi mesi l’ex compagno di Romina Power e Loredana Lecciso ha avuto, infatti, problemi con le istituzioni locali.

Lo scorso marzo la notizia non era stata accolta molto bene da Al Bano che aveva dichiarato: “Non ho mai detto una parola contro l’Ucraina. Mai fatto neanche un apprezzamento. E’ inaccettabile che proprio io che canto da sempre la pace ora venga trattato come un terrorista. Non ho mai posseduto armi, neanche quelle mentali”. A spingere il ministero della Cultura dell’Ucraina a inserire il cantante di Cellino San Marco nella lista nera sarebbero state delle sue vecchie dichiarazioni del 2014 relative al territorio della Crimea. Per fortuna la cosa è rientrata, anche se Albano ha voluto spiegare come sono andate davvero le cose con una nota ufficiale “Vorrei specificare e chiarire ciò che ho espresso nel 2014 in merito all’appartenenza della Crimea alla Russia. Non mi sono mai interessato della vicenda, essendo un cantante e non un politico”.

Dal canto suo, Al Bano ci ha sempre tenuto a sottolineare di essere un artista e non un politico, e ha preso fin da subito le distanze dalla questione. “Non mi sono mai interessato della vicenda – ha detto il diretto interessato – essendo un cantante e non un politico. I media locali italiani di allora, senza andare in profondità e senza interessarsi al diritto internazionale su questo caso, mi hanno abbinato dichiarazioni riguardo a questioni che non sono di mia competenza“. 

Questo sito web utilizza cookies di profilazione di terze parti per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner, scrollando la pagina acconsenti all'uso dei cookie.leggi di più
Musictory utilizza YouTube API Services. Per info clicca qui