Vasco Rossi dal sindaco di Zocca “Avete chiamato l’esercito. Ma abbiamo già gestito 240mila persone, cosa volete che siano 140?”

13
Lug
2019
Pubblicato da:

Ironico e divertito per la notizia di queste “misure di sicurezza” organizzate nel comune di Zocca, il rocker Vasco Rossi decide di andare a fare visita al sindaco della città per capire tutto questo “allarme emergenza”.

Da sempre meta turistica, Zocca è per questa estate tutta sold out. Dopo il tuo del Kom a Milano e Cagliari, migliaia di fan hanno organizzato le proprie vacanze nel paese dove l’artista vive per poterlo incontrare fuori dalla sua abitazione, diventata un punto di incontro fondamentale per “l’esercito del Blasco”.

Per l’estate 2019 le richieste sono più del solito e così l’amministrazione comunale ha deciso, in accordo con il Prefetto, di aumentare le misure di sicurezza, che consisterebbero nel perfezionamento di alcune misure organizzative legate a parcheggi, transenne e limitazioni alla circolazione.

Son venuto qui dal sindaco di Zocca perché ho letto sui giornali che hai chiamato l’esercito: allora cos’è successo?” domanda Vasco chiaramente divertito dalla cosa; divertito lo stesso sindaco Tanari che risponde “Le solite esagerazioni: io ho fatto un lettera come faccio tutti gli anni e tutte le volte che vieni da noi in paese per comunicare al prefetto e al questore che tu sei qua. Niente di che, noi siamo felicissimi che tu sia arrivato, e che siano arrivati i fans che non vediamo l’ora di accogliere. Perché quando arrivano, fanno tanta festa e bello il paese». Quindi Vasco ha concluso “Di conseguenza siamo tutti contenti”.

Quello di Zocca è diventato quasi un caso nazionale, tanto che lo stesso artista si è sentito tirato in causa ma ha chiarito ai giornaliHo letto l’appello del sindaco Gianfranco Tanari sui giornali e con la massima serenità e l’abituale senso di collaborazione, l’ho subito raccolto – ha spiegato – ci siamo incontrati, presente anche tutto il mio l’entourage che ha assicurato la massima partecipazione e disponibilità, e abbiamo riportato la situazione alle sue reali dimensioni.

Questo sito web utilizza cookies di profilazione di terze parti per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner, scrollando la pagina acconsenti all'uso dei cookie.leggi di più
Musictory utilizza YouTube API Services. Per info clicca qui