Marilyn Manson si consegna alla polizia: è accusato di aver sputato e sparato a una persona durante un suo concerto

Marilyn Manson si consegna alla polizia: è accusato di aver sputato e sparato a una persona durante un suo concerto

28
Giu
2021
Pubblicato da:

Marilyn Manson si è consegnato alla polizia di Los Angeles. Il cantante deve rispondere di due capi d’imputazione per una presunta aggressione a una videoreporter durante un concerto del 2019.  

Il fatto, che sarebbe accaduto durante un concerto, vedrebbe l’artista accusato di aver sputato e sparato a una persona con una videocamera.

Il mandato è stato emesso a maggio a Gilford, dopo che il cantante non aveva risposto alle accuse presentate contro di lui in quella giurisdizione. Marilyn Manson, vero nome Bryan Hugh Warner, deve rispondere di due capi di imputazione, e potrebbe essere chiamato in giudizio entro metà agosto.

I Fatti – L’artista si stava esibendo al Bank of New Hampshire Pavilion il 18 agosto 2019, quando è avvenuto l’incidente. La persona che aveva in mano la videocamera, che non è stata identificata, stava lavorando nella buca sotto il palco quando lui avrebbe cominciato ad aggredirla. L’avvocato dell’artista ha sempre negato qualsiasi comportamento aggressivo durante lo spettacolo. Manson, contemporaneamente, sta affrontando anche un altro processo con accuse separate di stupro e abuso da parte di diverse donne.