Marco Carta assolto per il furto alla Rinascente

31
Ott
2019
Pubblicato da:

Il cantante Marco Carta è stato assolto dal giudice di Milano per il furto di sei magliette del valore di 1.200 euro avvenuto lo scorso 31 maggio alla Rinascente di Milano. Il pm Nicola Rossato aveva  chiesto per l’artista otto mesi di carcere e 400 euro di multa.

Il pm Nicola Rossato aveva chiesto per Carta otto mesi di carcere e una multa da 400 euro e impugnerà la sentenza di assoluzione “per non avere commesso il fatto”, lo si apprende da fonti giudiziarie.  Le motivazioni della sentenza saranno depositate tra 90 giorni.

“Marco Carta è innocente, e ora lo possiamo dire ad alta voce. E’ stata una vicenda minimale, ma la notorietà aiuta e spero che possa essere d’aiuto a tutti per capire che i processi si fanno nei tribunali”. E’ il commento di Simone Ciro Giordano e Massimiliano Annetta, difensori del cantante Marco Carta, dopo l’assoluzione di oggi a Milano per il furto di sei magliette, lo scorso maggio alla Rinascente.

Su Instagram il cantante ha subito scritto Non ho mai smesso di credere. È come se oggi mi svegliassi da un brutto sogno. Perché è questo che rimane, solo un brutto ricordo in via d’estinzione. Ringrazio tutte le persone che non hanno mai creduto neanche per un secondo alle cattiverie dette gratuitamente. Grazie alla mia famiglia, ai miei amici, quelli veri. Grazie Sirio, amore mio. Adesso posso riprendere ancora più forte la mia musica e le mie giornate, ora posso tornare a sorridere”.

L’ex vincitore di Amici e di Sanremo non era presente in aula davanti al giudice di Milano Stefano Caramellino della sesta penale, dove questa mattina sono stati proiettati i video delle telecamere di sorveglianza del grande magazzino. 
Questo sito web utilizza cookies di profilazione di terze parti per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner, scrollando la pagina acconsenti all'uso dei cookie.leggi di più
Musictory utilizza YouTube API Services. Per info clicca qui