Fabio Volo sotto accusa per le critiche ad Ariana Grande “Solo sesso nel suo ultimo video”

17
Set
2019
Pubblicato da:

Lo scrittore si sbilancia e critica le scelte stilistiche dell’ultimo video della giovane artista. Secondo lui Ariana Grande avrebbe inserito troppi riferimenti sessuali nella clip, tanto da trasformarla in materiale “diseducativo” per le fan più giovani.

“Non è possibile sia legale che una cantante si metta a quattro zampe, vestita da mig*otta e muova il c*lo dicendo: l’ho visto, mi piace, lo voglio, ce l’ho/lo prendo”. Fabio Volo non ha usato mezzi termini nel criticare pubblicamente le pose e il look che la cantante Ariana Grande sfoggia nel video musicale 7 rings

Le sue parole hanno però avuto un seguito inaspettato. Centinaia di commenti e decine di articoli sono stati scritti per puntare il dito contro lo scrittore, che su Instagram aveva proprio definito tale clip come un pessimo esempio per le migliaia di ragazzine che seguono la star.

Ecco alcuni commenti di sdegno che hanno infiammato Twitter. “Ma questo moralista dell’ultima ora non è quello che si è spogliato nudo durante un’intervista ad Alessia Marcuzzi per le Iene?”, scrive qualcuno, in riferimento a un episodio avvenuto nel 2012, quando Fabio Volo si tolse tutti i vestiti mentre la showgirl raccontava del suo nuovo calendario. “Volo aveva bisogno di un po’ di luce riflessa perché sta per vomitarci addosso un altro romanzetto pieno di frasi fatte? Che dio ci risparmi”, dice qualcun altro. “Caro Fabio Volo, insultare una ragazza per come si veste o per determinate pose che assume, è sbagliato. Una donna deve avere la possibilità di esprimersi con tutto ciò che la fa stare bene e quindi, di conseguenza, con ciò che vuole fare. Torna a scrivere i tuoi libri, fai più figura” scrive una fan.

Questo sito web utilizza cookies di profilazione di terze parti per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner, scrollando la pagina acconsenti all'uso dei cookie.leggi di più
Musictory utilizza YouTube API Services. Per info clicca qui