X Factor, Live del 19/11: eliminati Leonardo e i Landlord

20
Nov
2015
Pubblicato da:

Nella puntata della doppia eliminazione, ad X Factor 9 è finito il sogno per Leonardo Dragusin (appartenente alla squadra di Mika) e per i Landlord (una delle band di Fedez).

La puntata è iniziata con uno splendido omaggio alle vittime di Parigi dello scorso 13 novembre. A cantare, oltre ai ragazzi in gara anche alcuni talenti delle scorse edizioni come Violetta, Francesca Michielin, Michele Bravi e Madh. “Abbiamo iniziato con la musica che hanno suonato fuori dal Bataclan di Parigi – racconta emozionato Alessandro Cattelan – La musica è tante cose: passione, emozione, libertà. Noi non vogliamo rinunciare alla libertà, vogliamo fare musica, è l’arma contro ogni violenza”.

La prima eliminazione è in una manche lampo: i concorrenti sono su una piattaforma rotante, cantano senza interruzioni o commenti. Iniziano i Landlord, poi Davide, Leonardo, Urban StrangersEnrica, Giò Sada, Luca e Moseek. Il meno gradito risulta Leonardo, che deve anche consolare Mika il quale sembra più sconvolto di lui.

Ospite della serata Franco Battiato, che stona e sbaglia in vari punti gli attacchi de “La Cura“, ma vista l’età e la sua grandezza artistica glielo perdoniamo. Cattelan farfuglia qualcosa circa un citofono, non capiamo bene cosa voglia dire ma poi scopriamo che Radio Deejay gli aveva ‘imposto’ per gioco di dire qualcosa attinente ad un citofono durante l’intervista con l’ospite.

I più deboli della seconda manche risultano essere i Landlord e – a sorpresa – l’amatissimo Giò Sada. Il pupillo di Elio e la band “sempre in gabbia” di Fedez vanno al ballottaggio e i giudici decidono di salvare l’over 25. Tra le lacrime di Francesca, la voce del gruppo, i Landlord escono dal programma ringraziando tutti.

Questo sito web utilizza cookies di profilazione di terze parti per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner, scrollando la pagina acconsenti all'uso dei cookie.leggi di più
Musictory utilizza YouTube API Services. Per info clicca qui