Respinta la richiesta di revocare al padre di Britney Spears il ruolo di tutore del suo patrimonio

Respinta la richiesta di revocare al padre di Britney Spears il ruolo di tutore del suo patrimonio

01
Lug
2021
Pubblicato da:

Britney Spears si è vista respingere ancora una volta la richiesta di rimozione della tutela legale di suo padre. Questa sarebbe la decisione del tribunale di Los Angeles.

La popstar trentanovenne resterà sotto la custodia del padre Jamie, che da 13 anni ha ottenuto questo ruolo dopo che una corte avrebbe riconosciuto il labile stato mentale della figlia.

Britney Spears ha più volte richiesto di essere liberata accusando il padre “Ho una spirale, ma non mi permettono di toglierla – aveva detto la popstar puntando il dito contro suo padre – Voglio sposarmi e avere un bambino”. E chiedendo di esser liberata “senza ulteriori perizie psichiatriche”. 

È l’ennesimo sviluppo della complessa e commentata vicenda della conservatorship di Britney Spears, ovvero lo strumento legale americano che ha permesso al padre di controllare il patrimonio e la vita personale della figlia dal 2008, quando lei aveva avuto una grave crisi nervosa. Dal settembre del 2019, quando James Spears aveva chiesto di essere esentato dalla tutela degli affari personali della figlia per via dei suoi problemi di salute, la tutrice di Spears è Jodi Montgomery; il padre però aveva continuato a mantenere il controllo sul suo enorme patrimonio, che vale circa 60 milioni di dollari (circa 50 milioni di euro).