Pink e figli a spasso al Memoriale dell’Olocausto. Rabbia in rete “Non è un posto dove giocare”

Pink e figli a spasso al Memoriale dell’Olocausto. Rabbia in rete “Non è un posto dove giocare”

15
Lug
2019
Pubblicato da:

Un’immagine che potrebbe apparire stonata e completamente priva di rispetto per gli eventi storici che il luogo rappresenta: la cantante Pink è stata in vacanza con i figli a Berlino, portando i bambini in un luogo storico.

A spasso tra il Monumento che ricorda lo sterminio di milioni di ebrei e che ha poi ispirato storie e film, la cantante ha pubblicato alcune foto sui social, in particolare una dove si vedono William e Jameson correre nel mezzo dell’installazione. Una foto che non è affatto piaciuta alla rete, dove migliaia di utenti si sono detti indignati per tale leggerezza e l’assoluta mancanza di rispetto della donna nei confronti della storia.

Come tutta risposta, nella didascalia che accompagna l’immagine, Pink ha difeso non solo il suo diritto a pubblicare la foto, ma anche il fatto stesso di aver testimoniato dell’allegria dei due figli che scorrazzavano liberi “Per tutti i commenti: questi due bambini sono ebrei, così come lo sono io e tutta la mia famiglia da parte di mia madre. Le persone che costruirono questo luogo credevano nei bambini che dovevano essere bambini, e per me questa è una celebrazione della vita dopo la morte. Per favore, tenete il vostro odio e i vostri giudizi per voi”.

Anche Carey Hart, il marito di Pink, ha condiviso su Instagram una foto di lei e loro bambini scattata nel luogo. “Il Memoriale dell’Olocausto è un triste ricordo di ciò che è accaduto. Mia moglie è mezza ebrea (mia suocera lo è al 100%) e i miei figli lo sono per 1/4. È spaventoso pensare a cosa gli poteva succedere in quegli anni”, scrive il pilota.