Concerto del primo maggio a Roma, sulle polemica delle poche donne interviene la Angiolini “I problemi sono altri”

30
Apr
2019
Pubblicato da:

Quello in programma per mercoledì 1 maggio è stato etichettato da moltissimi come il concerto più maschilista della storia: sul palco infatti la presenza femminile è decisamente inferiore a quella maschile. E così scoppia la polemica.

Alla conferenza stampa di presentazione, la conduttrice Ambra Angiolini che torna al timone dell’evento con al fianco Lodo Guenzi risponde agli attacchi dei giornalisti e cerca di fare chiarezza sulla questione. Secondo la donna infatti i problemi su cui incentrare l’attenzione sarebbero ben altri e non questi.

“Se vogliamo parlare di donne, parliamo della parità salariale, delle difficoltà di fare un figlio e mantenere il proprio posto: queste mi sembrano questioni serie. E del resto ci sono dei numeri che parlano: su mille giovani artisti iscritti al contest del Primo maggio si sono presentate 90 donne, più del 90 per cento sono uomini, questa è la fotografia della realtà. Ma è una realtà che c’era prima, il Primo maggio è l’ultimo anello di una catena produttiva, non è certo responsabile di quello che purtroppo ancora non succede nella discografia”.   

La donna inoltre si sofferma anche sulla questione delle scalette e risponde agli attacchi dei giornalisti “Bisogna smetterla di fare queste inutili polemiche sono stati contattati gli artisti in base alle classifiche, prendetevela con le case discografiche piuttosto”.

Questo sito web utilizza cookies di profilazione di terze parti per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner, scrollando la pagina acconsenti all'uso dei cookie.leggi di più
Musictory utilizza YouTube API Services. Per info clicca qui