Cattelan risponde ad Ermal Meta “In questo paese si può scherzare su tutto tranne che su di te”

07
Mar
2018
Pubblicato da:

I tweet di Ermal Meta in rete non sono passati inosservati, dopo le battute televisive tra Alessandro Cattelan e Noemi, sui social si è alzata un po’ di polemica da parte di chi ha trovato eccessiva la reazione del cantante.

Ad un mese dalla fine di Sanremo si è tornati a parlare, in modo lieve, della polemica che ha fatto rischiare ad Ermal Meta la squalifica dalla gara. L’accusa di plagio del suo brano è stata cancellata perchè non vi erano motivazioni a favore, Meta e Moro sono tornati in gara arrivando inaspettatamente anche alla vittoria. Vittoria che sembra non essere andata giù a molti.

In seguito ai commenti di Ermal sulle parole di Noemi, interviene anche Alessandro Cattelan che su Twitter commenta Non c’è più la par condicio finalmente. In questo Paese si può scherzare su tutto… tranne che su Ermal Meta. Ho capito a mie spese che è l’unica cosa su cui non si può scherzare. Abbiamo la prima polemica di #EPCC”.

Il messaggio non si ferma qui perchè il conduttore ha da dire anche sulle fan dell’artista “Le fan di Ermal Meta si sono scatenate, sono inferocite. Non mi capitava una cosa così da quando su TRL prendevo in giro i Tokyo Hotel e le loro fan mi volevano crocifiggere fisicamente, in quei giorni mi sentivo Saviano, ero braccato.“.

Infine arriva la conclusione con la richiesta di pace “Ermal, facciamo pace. Non ci conosciamo, a pelle mi stai molto simpatico, ci sta quello che hai scritto, spero che tu non te la sia presa, era solo una battuta, quello che facciamo di lavoro, che poi faccia ridere o non faccia ridere è il gusto personale e soggettivo. Sono solo battute!”.

Questo sito web utilizza cookies di profilazione di terze parti per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner, scrollando la pagina acconsenti all'uso dei cookie.leggi di più
Musictory utilizza YouTube API Services. Per info clicca qui