Paola Turci parla per la prima volta delle molestie subite a 13 anni

28
Dic
2018
Pubblicato da:

Paola Turci per la prima volta racconta pubblicamente delle molestie subite quando era solo una bambina: aveva appena 13 anni e il ricordo di quei momenti è ancora purtroppo un dolore forte che si porta dentro ancora oggi.

Intervistata dalla conduttrice Francesca Fangnani, all’interno del programma Belve, la cantante ha raccontato le sensazioni che ancora oggi, a distanza di alcune decine di anni, prova a ripensare a quei momenti dolorosi. “Avevo 13 anni. Se tornassi indietro e sapessi di poter andare in un centro antiviolenza, in un posto dove mi ascoltano, mi proteggono e mi difendono, ci andrei subito” afferma in studio “Perdono chi non si è accorto, è assolutamente innocente. Chi ha compiuto il gesto, no! Ho incontrato questa persona nel tempo. Poi, è morta perché era già grande. Non mi ha mai detto niente anche da parte di chi commette la molestia, c’è la rimozione”.

Paola Turci aveva già affrontato questo argomento in passato, attraverso la musica. Con il singolo Fiori di giardino, pubblicato nel 2005, la cantante aveva parlato delle violenze sessuali, affermando “In quel periodo facevo analisi, dico la verità eh, facevo analisi e ho tirato fuori quello che avevo sepolto negli anni, insomma. E quella storia mi riguarda. Sono dell’idea che chi canta, chi scrive, scrive di se stesso e quindi racconta quello che ha vissuto”.

Questo sito web utilizza cookies di profilazione di terze parti per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner, scrollando la pagina acconsenti all'uso dei cookie.leggi di più