Trovato il nuovo erede di Ed Sheeran: ecco chi è il fenomeno Lewis Capaldi

05
Mar
2019
Pubblicato da:

Ha scalato le classifiche, iniziando a farsi strada tra i grandi numeri della musica internazionale fino ad ottenere oggi il titolo di (possibile) erede di Ed Sheeran.

Lewis Capaldi, giovane artista scozzese classe 1996, da diversi anni si muove nell’ambito musicale inseguendo questo sogno ma fino ad oggi per moltissimi lui non era nessuno. Il grande successo lo deve infatti al brano Someone you Loved, singolo che a poche ore dalla sua sua pubblicazione è arrivato nelle posizioni più alte di tutte le classifiche nazionali britanniche. Breach è il titolo dell’EP pubblicato nel novembre 2018 contenente singoli i singoli di successo Tough, Grace e quello appena citato, che tra i tanti numeri ha anche raggiunto 1 milione di stream su Spotify in un solo giorno.

Un successo inaspettato per il ragazzo che si è sentito paragonato da moltissimi al grande Ed Sheeran.  Ma prima di questo brano, nella sua discografia compare un altro grandissimi successo che gli ha fatto registrare oltre 28 milioni di streaming su Spotify: è il caso del singolo Bruises, arrivato dopo l’incontro fortunato con il suo attuale manager Roger Walter, e pubblicato nel 2018.

Le sue soddisfazioni sono anche legate all’apprezzamento espresso da colleghi illustri come Sam Smith, Rag’n’ Bone Man e Niall Horan che gli hanno permesso di aprire I loro show esibendosi a soli 21 anni davanti a 500 mila persone.

Il giovane artista è riuscito quindi a farsi strada nel mondo della musica internazionale e anche in Italia si registra verso di lui un grande interesse. Tanto che nel suo prossimo tour ha scelto di inserire un concerto anche a Milano, presso il Fabrique, nella serata del 30 ottobre 2019. I biglietti per questo Live sono già disponibili in vendita sul portale TicketOne.

Questo sito web utilizza cookies di profilazione di terze parti per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner, scrollando la pagina acconsenti all'uso dei cookie.leggi di più
Musictory utilizza YouTube API Services. Per info clicca qui