Bohemian Rhapsody e la sessualità di Freddie Mercury, parla Roger Taylor “Un racconto reale, spero dia forza a molti”

24
Gen
2019
Pubblicato da:

Tra ovazioni e polemiche sul film Bohemian Rhapsody, candidato a 5 premi Oscar, uno dei tanti temi delicati affrontati nella pellicola è quello della sessualità del suo protagonista.

Le scelte fatte da Freddie Mercury gli crearono molta sofferenza, come lui stesso aveva dichiarato, ma oggi questo tema potrebbe diventare, come sostiene Roger Taylor, motivo di speranza e di coraggio per molti.

Il batterista torna a parlare ai giornali di come il tema della sessualità sia stato raccontato nel film. Lui sostiene infatti che le modalità in cui tuto questo argomento è stato trattato siano accurate e attente “Penso che Freddie vivesse una sorta di dicotomia. A quel tempo era tutto diverso, le cose venivano nascoste. Penso che lui vivesse in uno stato di grande confusione. Ha avuto diverse ragazze molto carine perché aveva un bel modo di fare. Era in conflitto con sé stesso e penso che questo aspetto sia stato trattato in modo molto accurato nel film”.

Un aspetto delicato del film che spera possa essere d’esempio per molti “Penso che molte persone si sentano parte di una minoranza in qualche modo. Spero che questo aspetto del film abbia fatto breccia nei loro cuori e che queste persone riescano a trarne forza. Ci sono troppi confini, muri e limiti culturali, cose nelle quali io non credo affatto. Penso che dovremmo essere tutti liberi di pensare e che ciascuno di noi sia diverso”.

Infine l’artista conclude raccontando la sua reazione di quando ha visto la pellicola ed in particolare il racconto del rapporto col padre “Ho apprezzato molto il punto in cui il padre alla fine si rende conto di chi fosse davvero suo figlio e prova un grande orgoglio, penso che quello sia davvero un grande momento”.

Questo sito web utilizza cookies di profilazione di terze parti per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner, scrollando la pagina acconsenti all'uso dei cookie.leggi di più
Musictory utilizza YouTube API Services. Per info clicca qui