Biagio Antonacci accusato di plagio, “Mio Fratello” al centro della polemica

30
Ott
2018
Pubblicato da:

Il cantante sta passando quello che viene chiamato “un brutto quarto d’ora”, tutta colpa se così si può dire di una sfortunata coincidenza che potrebbe portarlo davanti ai giudici.

Biagio Antonacci è stato accusato di plagio. Il suo recente brano Mio Fratello, singolo estratto dall’ultimo disco Dediche e Manie, sarebbe la copia di un brano pubblicato 10 anni prima da un certo Lenny De Luca, sotto al titolo di Sogno D’Amore.

L’accusa che ricade sul cantautore italiano è di plagio anche se lui si è subito difeso, rivolgendosi agli avvocati.

Nella diffida presentata dai suoi avvocati Lenny de Luca spiega di aver creato nel 2005 il brano Sogno D’amoré proposto anche ad Adriano Celentano e poi ha “sottoscritto un contratto in esclusiva con la società Editore ViaMeda srl-RadioRama, facente capo al cantante Eros Ramazzotti“, depositando di nuovo la canzone nel 2012. Oggi, dopo un’attenta comparazione con il singolo di Antonacci uscito ad aprile, ha riscontrato “la coincidenza di ben 8 battute e in particolare del ritornello”.

Immediata la riposta dell’etichetta discografia di Biagio Antonacci che prima cita una sentenza della Cassazione che ha stabilito che “il plagio di una composizione musicale può riguardare anche una parte della composizione stessa e poi precisa che queste similitudini, frutto di una pura casualità, potrebbero essere legate al fatto che tra i produttori del singolo Mio Fratello risulta essere presente il nome di Fabrizio Ferraguzzo, collaboratore all’epoca anche del brano sopracitato.

Questo sito web utilizza cookies di profilazione di terze parti per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner, scrollando la pagina acconsenti all'uso dei cookie.leggi di più
Musictory utilizza YouTube API Services. Per info clicca qui