Leonardo.it

La verità sui Jonas Brothers, licenziati dalla Hollywood Records

17
mag
2012
Pubblicato da:

 

Si sa che tenere un segreto nel mondo di Hollywood, in cui le indiscrezioni volano alla velocità della luce, è un’impresa quasi impossibile: anche stavolta vengono scoperti gli altarini dietro l’improvviso cambio di rotta fatto dai fratelli Jonas, ormai ex star Disney e consolidata boyband di successo. Era stato annunciato recentemente, in maniera pacata e senza troppi dettagli, il loro addio all’etichetta discografica che li aveva lanciati verso il successo internazionale, la Hollywood Records, perchè il gruppo stava crescendo e voleva prendere una nuova direzione. La verità però sarebbe un’altra:

 

Il sito Blindgossip (in cui i gossip vengono pubblicati anonimamente per il rischio troppo alto di querele) ha rivelato che dietro questa decisione apparentemente pacifica ci sarebbe dietro una verità molto più scomoda per la boyband: i dirigenti dell’etichetta discografica li avrebbero infatti licenziati in tronco, esasperati dalle manie di grandezza dei ragazzi (e del loro agente) e dalla loro svogliatezza nel rimettersi al lavoro su qualcosa di nuovo.

Stando a queste indiscrezioni, i dirigenti li avevano avvertiti più di una volta di ripulirsi e svegliarsi una volta per tutte: i loro fan stavano lentamente scomparendo perchè stanchi di tutte le finte relazioni sentimentali costruite a tavolino dai membri del gruppo per motivi di pubblicità, e per lo stile di vita sregolato e degno di rehab di uno dei membri. Le richieste pressanti di riprendere a fare musica insieme e in modo serio, però, sarebbero state rimbalzate dai ragazzi e dal loro agente, pigri e arroganti; produrre musica e andare in tour insieme non rientrava più tra i loro progetti, in quanto ormai il loro unico obiettivo erano i soldi e la fama che meritavano, secondo loro, solo grazie al loro nome.

 

 

Come riporta BlindGossip, ecco a che punto sono arrivati gli ormai ex idoli delle ragazzine:

Membro A: tentativo miseramente fallito di intraprendere una carriera solista, ignorato dai fan, relazione sentimentale costruita a tavolino con una donna più grande in seguito sostituita da un’altra finta relazione. (Nick Jonas)

Membro B: totalmente in balia di una moglie che non ama, in quanto si era fatto convincere dal suo agente ad organizzare un matrimonio falso; comparirà presto in un reality show proprio per volere della moglie. (Kevin Jonas)

Membro C: aveva sviluppato l’intenzione di fare un album solista tra una sessione di bevute e l’altra: l’etichetta glielo aveva sconsigliato, dato che i fan gli si erano rivoltati contro dopo una falsa relazione andata male, ma ha voluto farlo lo stesso. L’album è stato un flop e lui ha incolpato la casa discografica. (Joe Jonas, e la relazione finita male era con la popolarissima collega Demi Lovato, crollata psicologicamente poco dopo).

    Ti potrebbero interessare:

  • Lady Gaga e Taylor Kinney: storia finita?

    Lady Gaga e Taylor Kinney avevano annunciato non molto tempo fa di avere in programma le loro nozze entro la fine del 2016, eppure i loro piani sembrano cambiati, tanto che si parla oggi addirittura di rottura della loro storia d'amore. ...
  • Laura Pausini a Miami come non si era mai vista

    Attualmente impegnata in giro per il mondo con il suo tour musicale, la cantante 42enne simbolo dell'eccellenza della musica italiana, ha trovato il tempo dopo il concerto a Miami di partecipare all'evento presso il Network Univision "Premios...
  • Fabri Fibra e Nesli, fratelli che da 10 anni non si parlano

    Nesli (Francesco Tarducci) e Fabri Fibra (Fabrizio Tarducci) sono due artisti importanti della scena musicale italiana di oggi, ma prima di tutto sono fratelli; dietro al loro legame di sangue però c'è un triste retroscena che oggi per la prima...
Questo sito web utilizza cookie di profilazione di terze parti per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze e per migliorare la tua esperienza. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scrollando la pagina o cliccando qualunque elemento sottostante acconsenti all'uso dei cookie.