Biografia Laura Pausini

Laura Pausini è una cantante e cantautrice italiana.

L'11 settembre 2011 esce "Benvenuto", il singolo che anticipa il nuovo album di inediti previsto per l'11.11.2011 dal titolo "Inedito".

Laura Pausini è nata a Faenza, da Fabrizio e Gianna Ballardini ed è cresciuta a Solarolo, un piccolo paese nei pressi di Faenza, in Emilia-Romagna.
Ha iniziato a cantare nei locali di pianobar della riviera romagnola con suo padre fin dall'età di otto anni.

A tredici anni, nel 1987, registra il suo primo album, I sogni di Laura. Tale album costituisce solamente un modo per "pubblicizzare" il lavoro nei pianobar svolto dalla stessa Laura Pausini e dal padre Fabrizio, era disponibile solo a chi assisteva agli spettacoli del duo e pertanto viene generalmente omesso nella discografia ufficiale della cantante. I sogni di Laura contiene tredici brani, di cui due scritti da lei ma firmati dal padre perché troppo giovane, mentre gli altri sono reinterpretazioni di brani famosi.

Intanto partecipa a vari concorsi in Emilia-Romagna, ma la grande occasione arriva nel 1991, quando passa con successo le selezioni per partecipare al Festival di Castrocaro con il brano New York, New York; non arriva in finale, ma questa esperienza le permette di partecipare al Festival di Sanremo, dove decolla la sua carriera.

Nel 1991 guadagna la partecipazione al Festival di Sanremo 1991, vincendo la gara canora di Sanremo Famosi, ma dato che non ha una casa discografica non può partecipare.

Diviene famosa nel 1993, quando vince il Festival di Sanremo 1993 nella Categoria Nuove Proposte con uno dei suoi brani più noti e tuttora apprezzati: La solitudine.

Nel corso dell'anno pubblica il suo primo album ufficiale, il 22 novembre 1993 Laura Pausini, dal quale vengono estratti i singoli: La solitudine, Non c'è e Perché non torna più. L'album include anche il brano Mi rubi l'anima, cantata in duetto con Raf.

Nel 1993 riceve il premio Vota la voce.

Sempre nel 1993 ottiene il diploma all'Istituto Statale d'Arte e ceramiche Gaetano Ballardini di Faenza.

Nel 1994 Laura torna al Festival di Sanremo 1994 nella Categoria Campioni con Strani Amori e si aggiudica il terzo posto: le classifiche confermano il risultato, piazzando al top della hit parade il singolo. Come i più grandi nomi del panorama musicale italiano, quali Eros Ramazzotti, Gino Paoli, Ivana Spagna e Zucchero, anche la Pausini conquista il mercato discografico estero, il che l'allontana dall'Italia per circa due anni. Da allora la sua musica inizia a fare il giro del mondo. Canta in spagnolo, portoghese, inglese e francese ed è una delle cantanti italiane più famose nel mondo. Dopo la vittoria al Festival di Sanremo si trasferisce a Milano.

Il 26 febbraio 1994 pubblica il suo secondo album, Laura, che, oltre a contenere Strani Amori, include grandi successi quali: Gente, Un amico è così, Lui non sta con te e Lettera.

Nel 1995 nasce il Fan Club Ufficiale di Laura Pausini e pubblica il suo primo album per il mercato inglese (dal titolo Laura Pausini) che è una raccolta che riunisce i brani pubblicati nei primi due dischi. Il disco inoltre contiene la versione inglese del brano La solitudine, intitolato La solitudine (Loneliness).

Nel 1995:
- Riceve il premio come Migliore Artista Internazionale al Festivalbar 1995.
- Riceve il premio World Music Award all'European Grammy a Monte Carlo, come Best Selling Italian Artist per aver venduto il maggior numero di dischi nel mondo.
- Riceve il premio Lo Nuestro a Miami come Cantante rivelazione della Lingua Italiana sul mercato Americano, cui segue il Globo di platino per essere la prima cantante non spagnola ad aver raggiunto il milione di copie vendute in Spagna.
- Riceve il riconoscimento dall'Ambasciatore italiano in Spagna, per avere contribuito alla diffusione della cultura popolare in Spagna e per avere venduto oltre un milione di copie.
- La rivista americana Billboard le assegna il 2° posto nella speciale classifica Rivelazioni femminili del 1995.

Il 17 settembre 1996 pubblica Le cose che vivi nella versione italiana, Las cosas que vives nella versione spagnolo/ispanoamericano e Tudo o que eu vivo nella versione brasiliana. Il primo singolo estratto è Incancellabile, il video è stato girato in Islanda. Il brano Il mondo che vorrei è scritto interamente da Laura per l'Unicef.

La versione per il Brasile, Tudo o que eu vivo, contiene tutti i brani in italiano più tre brani in brasiliano: Tudo o que eu vivo, Inesquecível e Apaixonados como nós.

Nel 1996:
- Riceve il premio I.F.P.I Platinum Europe Award a Bruxelles.
- Viene nominata ai Grammy latini nella categoria miglior video Las cosas que vives.
- Nasce il Sito Ufficiale di Laura Pausini: www.laurapausini.com
- Si esibisce davanti a Papa Giovanni Paolo II nel tradizionale Concerto di Natale in Vaticano, cantando Happy Christmas.
- Duetta con Sandy & Junior nel brano Inesquecível, versione portoghese di Incancellabile.

Nel 1997 parte il suo primo Tour mondiale, il World Wide Tour 1997, che la vede davanti a milioni di fans. Il tour parte dalla Svizzera e si svolge, regolarmente con il tutto esaurito, a Parigi e a Lisbona, a Rotterdam e a Madrid, a Bruxelles e a Montecarlo. Conquista l'esorbitante cifra di ottanta dischi di platino, sommati ad innumerevoli piccoli e grandi riconoscimenti.

Nel 1997 duetta con Julio Iglesias nel brano Caruso e con Phil Collins nel brano The same moon.

Il 15 ottobre 1998 pubblica La mia risposta nella versione italiana e Mi respuesta nella versione spagnola. Contiene Un'emergenza d'amore e In assenza di te. A chiudere l'album è un brano in lingua inglese, Looking for angel, scritto per Laura da Phil Collins. Il video del primo singolo Un'emergenza d'amore è girato a Los Angeles.

L'album viene pubblicato in cinquanta paesi in duplice versione, e rappresenta un'evoluzione musicale dell'artista, grazie a brani dalle atmosfere soul, con una buona dose di melodia, che da sempre ha caratterizzato i dischi della Pausini.

Nel 1998, in occasione del compleanno di Barbara Streisand si esibisce cantando Seamisai. Sempre nel 1998, canta in duetto con Gianni Morandi il brano Grazie Perché.

Nel 1999 parte il Tour mondiale, World Tour 1999. Al suo termine Laura vola negli Stati Uniti dal suo nuovo produttore.

Nel 1999 incide il brano One More Time per la colonna sonora dei film Le parole che non ti ho detto e Message in a Bottle.

Nel 1999 partecipa al Pavarotti and Friends, cantando con i piu grandi artisti internazionali One More Time e We Are the World con Zucchero, Joe Cocker, Renato Zero, Alex Britti, Lionel Richie, Gianni Morandi. Laura realizza un assolo che fa emozionare Luciano Pavarotti e tutta la platea. In coppia con Pavarotti, canta Tu che m'hai preso il cor.

Nel 1999 esce Video Collection, una VHS che contiene tutti i videoclip realizzati fino al 1999.

Nel 1999 duetta con il gruppo Ultra nel brano Say it once, contenuto nell'album The Sun Shines Brighter.

Il 15 settembre 2000 pubblica l'album Tra te e il mare nella versione italiana e Entre tú y mil mares nella versione spagnola. L'album prende il titolo dal brano scritto per lei da Biagio Antonacci. Contiene altri famosi successi tra cui Il mio sbaglio più grande, Fidati di me e Viaggio con te dedicata al padre. Il singolo Quiero decirte que te amo, versione spagnola di Volevo dirti che ti amo, non è stato mai pubblicato nella lingua originaria. Per vivere è invece il brano che Laura ha dedicato ai bambini da lei adottati in Brasile.

Nel 2000 partecipa alla colonna sonora del film Pokémon 2 - La forza di uno con il brano The extra mile.

A marzo 2001 partecipa come superospite al Festival di Sanremo 2001 cantando La solitudine, In assenza di te, Tra te e il mare e Il mio sbaglio più grande.

L'8 ottobre 2001 Laura riassume i suoi 8 anni di carriera, pubblicando la sua prima raccolta intitolata The Best of Laura Pausini - E ritorno da te, con 2 inediti E ritorno da te ed Una storia che vale. Oltre a questi ultimi due Laura inserisce nel disco una canzone mai inserita in nessun suo album è cioè One More Time, colonna sonora del film Messages In A Bottle con Kevin Costner e Paul Newman.

Il video di E ritorno da te è girato da Gabriele Muccino, mentre quello di Una storia che vale da Daniele Persica.

L'album viene pubblicato in Spagna con il nome di Lo mejor de Laura Pausini - Volveré junto a ti che contiene oltre alle 12, la canzone Dime, in duetto con José el Francés.

L'album viene pubblicato anche in Brasile con il nome di Lo mejor de Laura Pausini - Volveré junto a ti che contiene oltre alle 12, la canzone Speranza.

In seguito al disco inizia il colossale Tour mondiale, World Tour 2001-2002, primo Tour nei palasport e arene di tutto il mondo che registra il tutto esaurito. Il Tour parte da Miami, porta Laura in giro per tutto il Sud America e sbarca in Europa e in Italia, dove fa tappa al FilaForum D'Assago di Milano in cui duetta con Biagio Antonacci nel brano Tra te e il mare e registra il tutto esaurito. Questo concerto viene trasmesso su Canale 5 e in seguito anche su Retequattro.

Nel 2001 riceve quattro nomination ai Latin Grammy Awards anche nella categoria Miglior album pop femminile.

Nel 2002 esce Live 2001-2002 World Tour, il DVD contenente la registrazione del concerto al DatchForum di Milano del 2 dicembre 2001.

Nel 2002 duetta con Nek nel brano Sei solo tu/Tan sólo tú, presente nell'album Le cose da difendere. Duetta con Lara Fabian nel brano La solitudine in Piazza di Spagna a Roma.

Dopo ben 2 anni di lavoro Laura sbarca negli Stati Uniti con l'album From the Inside pubblicato nel novembre 2002. Il disco, oltre a contenere Surrender, raccoglie It's not good-bye e Every day is a Monday, versioni inglesi dei singoli In assenza di te e Il mio sbaglio più grande. L'album ottiene un buon successo sia di critica che di vendite ma non ottiene il successo sperato. A causa di una serie di disaccordi con la casa discografica americana, Laura Pausini ferma la promozione del disco, concludendo solo 2 Show-Case negli States, rinunciando alla prevista tournée e rifiutando la proposta di un secondo disco in inglese.

Nel 2002 si esibisce in occasione della consegna dei Premi Nobel a Oslo; si esibisce a Los Angeles nel concerto di beneficenza per le famiglie dei pompieri scomparsi durante la strage dell'11 settembre a New York. Canta con Céline Dion, Mariah Carey, Gloria Estefan, Ricky Martin, Alejandro Sanz e Shakira la canzone Todo para ti, un brano scritto da Michael Jackson.

Nel 2003 pubblica anche in Italia From the inside.

Nel 2003:
- La canzone E ritorno da te/Volveré junto a ti viene premiata all'11° Ascop Latin Award come Miglior pop Ballad del 2002.
- Duetta con Hélène Segara nel brano On n'oublie jamais rien, on vit avec, presente nell'album Humaine della cantante francese.
- Partecipa al Pavarotti & Friends, cantando Il mondo che vorrei e in coppia con Luciano Pavarotti, Tu che m'hai preso il cor.
- È coinvolta nella canzone Pagano dell'album Cicciput di Elio e le Storie Tese.
- È presente ad un incontro-dibattito dell'Universita Cattolica di Milano come rappresentante positivo della gioventù italiana.
- Collabora con Intervista di Miami per la campagna a favore dei bambini bisognosi dell'America Latina insieme a Gloria Estefan e Shakira.
- Riceve una lettera di ringraziamento da Kofi Annan per aver contribuito alle cause benefiche riconosciute dalle Nazioni Unite.
- È testimonial in Francia di Femmes face au sida, campagna contro l'Aids organizzata dalla principessa Stephanie di Monaco.
- La canzone It's not goodbye compare nella raccolta The hit, una compilation del Sud Africa.
- Duetta con Grégory Lemarchal nel brano Resta in ascolto.
- Duetta con Biagio Antonacci nel brano in versione spagnola Entre tú y mil mares.
- Duetta con Magalie nel brano On n'oublie jamais rien, on vit avec.

Nel 2004:
- È testimonial della campagna televisiva di beneficenza per l'adozione a favore di NPH Italia Nuestros pequenos hermanos con la canzone Il mondo che vorrei.
- Sostiene come testimone, la raccolta fondi per la lotta contro l'Aids promossa dalla L.i.l.a..
- Aderisce alla campagna di Amnesty International contro la violenza sulle donne.
* Si impegna a favore della campagna sociale per il test HPV delle donne europee.

Nel 2004 torna sulle scene musicali italiane e internazionali pubblicando Resta in ascolto che esce il 22 ottobre 2004. L'album esce in Spagna ed in America Latina con il nome Escucha. L'album è anche disponibile con un DVD in edizione limitata che contiene video e interviste esclusive. Tra le voci dei credits dell'album ci sono tre brillanti artisti che firmano altrettanti brani di successo: Madonna, che dona alla cantante romagnola un pezzo adattato al titolo di Mi abbandono a te; Benedetta passione è invece il brano che Vasco Rossi e Gaetano Curreri degli Stadio creano per Laura Pausini, e infine Vivimi, scritta da Biagio Antonacci. Il singolo di lancio del disco è Resta in ascolto, brano che rimane in prima posizione nella classifica dei singoli per un mese dopo la pubblicazione. Il video è girato negli Stati Uniti, precisamente a Los Angeles.

Il secondo estratto è il brano che Antonacci ha scritto per lei, Vivimi. Il video è girato a Venezia. Il terzo singolo è Come se non fosse stato mai amore. Il quarto Benedetta passione, scritta da Rossi e Curreri. L'ultimo singolo promozionale dell'album è La prospettiva di me. Il disco alla prima settimana di uscita si piazza in vetta alla classifica di vendite italiana.

Nel 2004 il sito ufficiale wwww.laurapausini.com è il sito musicale italiano più visitato.

Nel 2004 duetta con Arthur Hanlon nel brano Prendo te

Nel 2005 duetta con Ray Charles nel brano Surrender to love, presente nell'album Genius&Friends.

Nel 2005 parte il Tour mondiale World Tour 2005.

Nel 2005:
- aderisce al progetto di Amnesty International Control Arms, una campagna sul tema degli armamenti in particolare quelli cosiddetti leggeri.
- Partecipa a Roma al Live 8 dove esegue alcuni brani, tra cui Il mondo che vorrei, Tra te e il mare. Duetta inoltre con Claudio Baglioni in Mille giorni di te e di me e con Renato Zero e Claudio Baglioni in I migliori anni della nostra vita.
- Duetta con Sin Bandera nella canzone Como Tù como Yo.
- Duetta con Ray Charles nella canzone Surrender to love, presente nell'album dell'artista americano Genius&Friends.
- Duetta con Michael Bublé nella canzone You'll never find another love like mine, presente nell'album dell'artista canadese Caught in the Act.
- Riceve il premio Tour Festivalbar 2005 per gli oltre 60 concerti in tutto il mondo.
- Riceve a Los Angeles El premio de la Gente 2005/Latin Music Fan Awards nella categoria Solista, gruppo femminile dell'anno.

Il 29 novembre 2005, pubblica l'album live Live in Paris 05, che celebra i 12 anni di attività dell'artista. Registrato al teatro Le Zenith di Parigi, il cd, contiene 16 dei suoi migliori successi, alcuni di essi cantati in lingua spagnola o portoghese.

L'album viene pubblicato in versione CD e in versione doppia CD+DVD. La traccia conclusiva dell'album è una versione unplugged di Viveme (Vivimi), registrata al Wiltern Theater di Los Angeles.

L'8 febbraio 2006 vince il Latin Grammy Award per il miglior album latino con Escucha, è la prima donna italiana in assoluto a vincere un Grammy come miglior album pop femminile. L'Italia non portava a casa l'ambita statuetta dal 1958, anno in cui Domenico Modugno vinse per la canzone Nel blu dipinto di blu.

Il 4 marzo 2006 partecipa come super ospite all'ultima serata del Festival di Sanremo 2006 dove esegue un medley delle canzoni che cantò nel 1993 e nel 1994 come partecipante alla kermesse canora in aggiunta a un accenno di Come se non fosse stato mai amore. Nella stessa occasione presenta il singolo fatto poi uscire per la Giornata Internazionale della Donna, Uguale a lei, cover della canzone Tous les visages de l'amour di Charles Aznavour già tradotta in inglese con il titolo di She e così resa famosa con la performance dello stesso Aznavour e anni dopo da Elvis Costello come colonna sonora del film Notting Hill. Infine si è esibita in un duetto con Eros Ramazzotti intonando la celeberrima Nel blu dipinto di blu.

Il 9 giugno 2006 il paese in cui è cresciuta, Solarolo (RA), le conferisce la cittadinanza onoraria per aver portato la Romagna nel mondo.

Sempre nel 2006:
- Riceve all'American Airlines di Miami il premio Lo nuestro come Artista Femminile Pop dell'anno.
- Si aggiudica un Billboard Latin Music Awards nella categoria Latin pop Airplay Song of the Year, Female per Vivemi, versione spagnola del brano Vivimi. Il brano scritto da Biagio Antonacci, riceve inoltre a Los Angeles 2 premi agli ASCAP Latin Music Awards nelle categorie Miglior Pop/Ballad Song e Miglior sigla Soap Opera, per la telenovela sudamericana La madrastra.
- Duetta con Eros Ramazzotti nel brano Siamo una squadra fortissimi, cover del comico Checco Zalone, in occasione dei Mondiali di calcio 2006 in Germania.
- Duetto con LP e Marc Anthony & Marco Antonio Solis 2006 nel brano Amigo.

In estate tra luglio e agosto 2006 parte il Tour americano Juntos en Concierto Tour 2006 insieme a due colleghi latino-americani, Marc Anthony e Marco Antonio Solis. Il Tour è composto da 20 date nelle più importanti città degli Stati Uniti.

Ad agosto 2006 alcuni siti internet riportavano la notizia della prossima uscita di un libro di Laura Pausini, intitolato Fai quello che sei dove l'artista avrebbe dovuto parlare delle numerose soddisfazioni professionali di quell'anno convogliate nella vincita del Grammy e dove inoltre la cantante avrebbe dovuto fare il punto sulla propria vita personale. Successivamente uscirono notizie contrastanti in merito a rinvii sull'uscita del libro o perfino alla veridicità della notizia. A marzo 2007 Laura Pausini ha esplicitamente confermato che il libro era in programma, ma che alla fine ha voluto rinunciare per dei motivi che l'artista non ha voluto spiegare. Il libro, Fai quello che sei è poi effettivamente uscito il 21 novembre del 2007.

Il 10 novembre 2006 pubblica il nuovo lavoro dal titolo Io Canto: si tratta di un disco composto interamente da cover di canzoni italiane. L'album viene anticipato dal brano Io canto uscito il 13 ottobre. Il disco esce in 47 paesi e in Italia è l'album più venduto del 2006.

L'album esce in Spagna con il nome di Yo Canto e contiene il brano Yo canto versione spagnola del brano Io canto.

L'album esce in Francia con il nome di Je Chante e contiene le canzoni italiane più la canzone Je Chante versione del brano Io canto cantata per i 2/3 in lingua francese.

Nell'album, Laura interpreta canzoni che le ricordano la propria gavetta nei pianobar, o brani che le rimembrano momenti particolari della vita o della carriera, come Strada facendo (Claudio Baglioni), Due (Raf), Cinque giorni (Michele Zarrillo), Anima fragile (Vasco Rossi). Il primo singolo estratto è Io Canto portata al successo da Riccardo Cocciante nel 1979. Di questo disco fa parte anche la cover di Come il sole all'improvviso di Zucchero Fornaciari che è stata anche utilizzata come colonna sonora di Salvatore - Questa è la vita, primo film italiano targato Disney dell'esordiente Giampaolo Cugno. Io Canto vanta anche collaborazioni eccellenti, con artisti come Johnny Hallyday, Juanes e Tiziano Ferro: con quest'ultimo Laura Pausini canta in versione duetto Non me lo so spiegare, brano già portato al successo da Tiziano Ferro nel 2003.

Solo per chi scarica l'album da iTunes sono disponibili i brani in versione solista Come il sole all'improvviso, Non me lo so spiegare, Il mio canto libero, È non è cover di Niccolò Fabi (gli ultimi due brani sono disponibili solo per chi ha ordinato l'album in anteprima su itunes).

Io Canto/Yo canto era già al primo posto della classifica degli album scaricati da internet attraverso iTunes prima dell'uscita (in pre-ordine). Pur se pubblicato a metà novembre, Io Canto è stato il disco più venduto in Italia di tutto il 2006. Dopo oltre un anno dalla sua uscita, il disco ha venduto più di 2.500.000 di copie nel mondo di cui circa 700.000 copie nella sola Italia, una quantità equivalente ad otto dischi di platino.

Nel 2006:
- Riceve allo Staples Center di Los Angeles il Grammy Awards per l'album versione spagnola Escucha nella categoria Best Latin Pop Album.
- Le viene conferito il titolo di Commendatore dal Presidente della Repubblica Italiana, Carlo Azeglio Ciampi.
- Duetta con Johnny Hallyday nel brano La loi du silence/Parole e silenzio, presente nell'album Flashback Tour.

Il 25 gennaio 2007 presso l'Auditorium di via della Conciliazione a Roma vince il Telegatto come miglior cantante del 2006 e il Telegatto di platino all'eccellenza della musica; nel corso della serata si esibisce in Io Canto e Spaccacuore.

Il 2 giugno 2007 Laura è la prima artista donna al mondo ad esibirsi allo Stadio Giuseppe Meazza di San Siro col tutto esaurito: 70.000 biglietti venduti di cui circa 1.000 quelli venduti all'estero ai fan stranieri accorsi da ogni parte del mondo, soprattutto da Francia e Spagna ma anche dal Brasile e addirittura dal Giappone. Laura Pausini è la prima donna nella storia della musica a raggiungere il traguardo di cantare in quello stadio: in precedenza l'onore sarebbe dovuto toccare dapprima a Madonna nel 1987 e anni più tardi a Céline Dion, ma entrambi i concerti furono annullati dopo l'intervento di Inter e Milan che non volevano che il terreno di gioco si rovinasse.

Durante il concerto, La Pausini duetta con Tiziano Ferro nel brano Non me lo so spiegare. Il concerto lo dedica a sua nonna, ad Antonella Russo, una sua sfortunata fan, uccisa nel gennaio precedente a Solofra dal convivente della madre, e «alle donne che hanno due palle così».

Il concerto viene trasmesso in diretta su Rosso Alice (successivamente Alice Home TV metterà a disposizione agli abbonati il concerto).

Successivamente viene trasmesso su Italia 1 l'11 dicembre 2007 ottenendo il 19,4% di share, su MTV il 21 gennaio 2008 ottenendo il 18,9% di share e di nuovo su Italia 1 il 25 dicembre 2008 (insieme al videoclip della canzone Invece no) ottenendo 1.455.000 telespettatori.

Il 9 giugno 2007 dopo una sola settimana, Laura torna a San Siro come ospite per duettare con Renato Zero nel brano Nei giardini che nessuno sa, successo del cantante romano presente in Io Canto, ed in una breve rappresentazione del brano Come se non fosse stato mai amore.

Il duetto con Renato Zero, costituisce uno degli ultimi atti del ciclo promozionale iniziato con l'uscita del singolo Io Canto nell'autunno 2006. Da questo momento Laura inizia un periodo di riposo interrotto di tanto in tanto.

Il 15 giugno 2007 Laura Pausini vince l'Ischia Music Award 2007. Arrivata ad Ischia per la consegna del premio, nella conferenza stampa, la cantante ha espresso il sogno di cantare con Mina e di presentare il Festival di Sanremo con Pippo Baudo.

Il 5 luglio 2007 Laura Pausini duetta con Andrea Bocelli nel Teatro del Silenzio di Lajatico (Pisa).

Il 14 luglio 2007, festa della Repubblica Francese, partecipa, assieme ad altri cantanti, a un megaconcerto tenutosi a Parigi allo Champe libre (accanto alla Tour Eiffel) davanti a oltre 500.000 spettatori.

Il 21 luglio 2007 la cantante romagnola partecipa a Viareggio al Festival Teatro-Canzone Giorgio Gaber arrivato alla quinta edizione dove interpreta la canzone Non insegnate ai bambini dell'indimenticato artista scomparso nel 2003.

Il 14 settembre 2008 Laura è ospite della Scuderia Ferrari al Gran Premio d'Italia 2008 che si svolge a Monza.

Il 29 settembre 2007 prende parte a Lampedusa alla quinta edizione del festival O' Scià, invitata da Claudio Baglioni, con il quale canta in duetto.

Il 15 ottobre 2007 esce il nuovo album di Andrea Bocelli, Vivere - The Best of Andrea Bocelli che contiene un duetto con Laura Pausini nel brano intitolato Vivere (Dare To Live) in lingua italiana e Vive ya (Dare to live) in lingua spagnola.

Il 4 novembre 2007 Laura Pausini ritira a Monte Carlo il suo terzo World Music Award nella categoria Best Selling Artist, la cantante italiana riceve il prestigioso premio internazionale per le 3 milioni di copie vendute nel mondo con Io canto/Yo canto. Oltre alla Pausini vengono premiate altre star mondiali del calibro di Avril Lavigne, Céline Dion, Mika e Rihanna.

L'8 novembre 2007 viene assegnato a Laura Pausini il suo riconoscimento internazionale, il suo secondo Latin Grammy per la musica latina con Yo canto come Best female pop vocal album: la cerimonia si è svolta a Las Vegas e la cantante si è esibita cantando Spaccacuore in versione spagnola Disparame dispara ed in seguito ha duettato insieme al tenore Andrea Bocelli interpretando Vive Ya versione spagnola di Vivere (Dare To Live). La Pausini al momento del ritiro del premio ha voluto ricordare il maestro Luciano Pavarotti.

Il 21 novembre 2007 esce il primo libro ufficiale di Laura Fai quello che sei, una sorta di diario dove Laura si racconta in vari periodi dall'ottobre 2006 fino ad arrivare all'evento di San Siro. Nel giro di un mese sono state vendute circa 60.000 mila copie.

Il 30 novembre 2007 pubblica in 47 paesi il CD-DVD dal vivo, San Siro 2007, registrato in occasione del concerto tenuto allo Stadio San Siro il 2 giugno 2007.

Laura Pausini partecipa in duetto con Miguel Bosè nel brano Te amaré, contenuta nell'album Papito di Miguel Bosè. e il 5 dicembre 2007 è ospite del concerto di Miguel Bosè al DatchForum di Assago col quale canta in duetto in Te amaré.

Nel 2007 riceve una nomination ai premi Lo Nuestro come Artista pop femminile dell'anno.

Nel 2007 duetta con Dominique nel brano Gloria.

Il 20 gennaio 2008 presso l'Auditorium di via della Conciliazione a Roma vince ben tre Telegatti d'oro nelle categorie Cantante dell'anno, Miglior disco (Io Canto) e Miglior tour.

Il 4 giugno 2008 Laura partecipa al Wind Music Award 2008 riceve ben 2 premi per il CD e il DVD San Siro 2007 del concerto a San Siro.

Il 26 agosto 2008 esce il nuovo album di Luis Fonsi intitolato Palabras del silencio che include un duetto inedito con Laura, dal titolo Todo vuelve a empezar. Tuttavia il lancio non è previsto in Italia.

Nel 2008 Laura riceve una nuova nomination ai Latin Grammy nella categoria Miglior registrazione dell'anno, questa volta in compagnia dell'amico Andrea Bocelli per il duetto Vive Ya/Vivere.

Nel 2008 duetta con Garou nel brano Volare.

Il 13 settembre 2008 partecipa al concerto omaggio a Luciano Pavarotti al Parco di Sant Cloud. Canta il brano Il mondo che vorrei e in duetto con Garou il brano Nel blu dipinto di blu. Il concerto viene trasmesso il 21 settembre sul canale francese France 2

Il 12 ottobre 2008 partecipa a Salute Petra, un memorial e concerto di beneficenza per ricordare Luciano Pavarotti nel giorno del suo compleanno in Giordania, a Petra. Canta il brano Il mondo che vorrei e in duetto con Jovanotti il brano Caruso.

Il 7 novembre 2008 viene pubblicato l'album di Tiziano Ferro, Alla mia età che contiene il brano La paura non esiste firmato da Laura Pausini.

Nel 2008 registra in duetto il brano di Charles Aznavour intitolato Paris au mois d'Aout (Parigi in Agosto). Sono due le versioni esistenti: una interamente in lingua Francese e l'altra Italo-Francese. Il brano in versione Francese è contenuto nel nuovo album di Charles Aznavour intitolato Duos.

Il 22 ottobre 2008 in esclusiva sul sito del Corriere della Sera è possibile ascoltare e guardare il video del nuovo singolo di Laura Pausini Invece no. Il brano scritto da Laura Pausini, Paolo Carta e Niccolò Agliardi anticipa la pubblicazione del nuovo album di inediti, a quattro anni di distanza dal precedente disco di inediti Resta in ascolto.

Primavera in anticipo viene pubblicato il 14 novembre 2008 in tutto il mondo. La versione spagnola si chiama Primavera anticipada. L'album viene presentato a Roma in Piazza di Spagna.

Il 7 novembre 2008 Tiziano Ferro pubblica l'album Alla mia età (album Tiziano Ferro). Laura Pausini è autore insieme a Tiziano Ferro del brano La paura non esiste.

L'album spagnolo contiene i brani in lingua spagnola tra cui En cambio no, versione tradotta di Invece no e l'album in versione brasiliana e portoghese contiene i brani in lingua italiana e il brano Agora Não versione tradotta di Invece no.

L'album contiene 14 canzoni inedite tra le quali spiccano Primavera in anticipo (It Is My Song) in duetto con il cantante inglese James Blunt e una canzone scritta da Gianluca Grignani dal titolo Prima che esci.

Solo per chi scarica l'album da iTunes sono disponibili i brani Un giorno dove vivere, Un tiempo en el que vivir (versione spagnola) e Agora não (Versione brasiliana e portoghese di Invece no).

A novembre 2008 è ambasciatrice di Hear the World, iniziativa ideata da Phonak che sensibilizza l'opinione pubblica mondiale sull'importanza dell'udito e sulla problematica connessa alle perdite uditive.

Alla data del 5 novembre 2008 il nuovo album Primavera in anticipo è primo nella classifica degli album scaricati attraverso la piattaforma digitale iTunes, nonostante l'album sia disponibile nella sola modalità pre-ordine. In data 12 novembre 2008 la versione per il mercato latino raggiunge la prima posizione della classifica di iTunes degli Stati Uniti riservata alla musica Latin.

L'album Primavera in anticipo debutta al 1° posto della classifica degli album più venduti in Italia. Alle spalle di Primavera in anticipo, si stanzano alla posizione numero 2 Giusy Ferreri con Gaetana e alla posizione numero 3 Tiziano Ferro con Alla mia età. All'estero l'album debutta bene entrando direttamente nella Top Ten delle classifiche di vari Paesi latini.

L'album debutta al 12° posto della classifica degli album più venduti in tutto il mondo avendo venduto 140.000 copie in una sola settimana..

Primavera in anticipo stazionerà alla numero 1 della classifica degli album più venduti in Italia per nove settimane consecutive, un record raggiunto soltanto da otto album dal 1995 ad oggi.

Il 30 gennaio 2009 Laura è ospite del varietà televisivo comico di Canale 5 Zelig, dove esegue insieme a Checco Zalone il duetto comico Finisce qui.

A febbraio 2009 insieme al fidanzato Paolo Carta è tra le produttrici dell'album La forza mia del cantante cagliaritano Marco Carta. Il brano La forza mia vince il Festival di Sanremo 2009. L'album già dalla prima settimana diventa disco di platino con piu di 70.000 copie vendute, un ulteriore successo sia per Laura che per Paolo che hanno creduto in lui.

Il 23 febbraio 2009 Laura è ospite del talent show di Rai 2 X Factor. I cantanti del programma si esibiscono in suo onore eseguendo un medley contenete La solitudine, Resta in ascolto e Io canto. Laura si esibisce cantando il brano Primavera in anticipo.

Il 28 febbraio 2009 parte da Brescia il Tour Mondiale di Laura Pausini, World Tour 2009. La cantante romagnola ha annunciato di voler restare in Tour per un anno intero esibendosi in Italia. Il tour passa poi all'estero, in città importantissime come Madrid, Barcellona, Parigi, Zurigo, Ginevra, Helsinki, Turku, Stoccolma, Bruxelles ed altre ancora. La cantante passerà tutto il 2009 in Tour tra l'Europa, Stati Uniti, Canada, America Latina, Australia e alcuni paesi dell'Asia.

A causa delle numerose richieste, il World Tour 2009 viene svolto in ben quattro date a Milano, tre a Roma, e raddoppiato a Torino, Acireale, Caserta, Firenze, Treviso, Brescia e Catania.

In edicola, a partire dal 30 marzo 2009 per 9 lunedì con la rivista TV Sorrisi & Canzoni viene pubblicata una raccolta dedicata a Laura Pausini formata 8 album e 1 DVD (Resta in ascolto, Io canto, Tra te e il mare, La mia risposta, Le cose che vivi, Laura Pausini, Laura, From the Inside e il DVD San Siro 2007). A grande richiesta, al termine delle nove uscite che completano il cofanetto, l'edizione si arricchisce di Primavera in anticipo in doppio cd (italiano e spagnolo).

Il 21 aprile 2009 partecipa alla registrazione del brano Domani 21/04.09 che esce 2009. Il brano vede la collaborazione dei più grandi artisti della musica italiana ed è stato realizzato per devolvere interamente i proventi alle popolazioni colpite dal Terremoto dell'Aquila del 2009 in Abruzzo.

Il 6 giugno 2009 all'Arena di Verona Laura riceve il premio Wind Music Awards durante l'omonima trasmissione condotta da Vanessa Incontrada, in onda su Italia 1 l'8 giugno. Viene premiata da Fiorella Mannoia, Gianna Nannini, Giorgia e Elisa. Si esibisce con i brani Un fatto ovvio e Primavera in anticipo.

Il 21 giugno 2009 è l'organizzatrice di un megaconcerto allo Stadio di San Siro di Milano in favore dei terremotati del Terremoto dell'Aquila del 2009. L'iniziativa benefica intitolata Amiche per l'Abruzzo vede la partecipazione di 90 cantanti femminili della musica italiana. Le altre madrine della manifestazione sono Fiorella Mannoia, Gianna Nannini, Giorgia e Elisa.
Fonte: wikipedia.org
Questo sito web utilizza cookies di profilazione di terze parti per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner, scrollando la pagina acconsenti all'uso dei cookie.leggi di più
Musictory utilizza YouTube API Services. Per info clicca qui