Tutti contro Madonna e il video violento “Non è questo il modo di fare prevenzione contro le armi”

05
Lug
2019
Pubblicato da:

Madonna nel video del suo ultimo singolo God Control, brano estratto dall’album Madame X, voleva lanciare un messaggio a tutta l’America, un messaggio che invita al non uso delle armi. Eppure i toni troppi duri usati dalla cantante hanno sollevato un polverone di polemiche.

Su Twitter vari utenti, in numero sempre più crescente, hanno accusato Lady Ciccone di aver adottato uno “stile” completamente sbagliato per un tema così delicato, dove le immagini talvolta violente che vengono mostrate potrebbero far passare un messaggio opposto.

“Il suo nuovo video è assurdo e orribile” ha twittato Emma Gonzalez, 19 anni, studentessa sopravvissuta alla strage del liceo Parkland in Florida, il 14 febbraio 2018 e da quel momento leader del movimento giovanile anti-armi.

“Ci ho pensato su qualche giorno, assicurandomi di trovare le parole giuste: il nuovo video di Madonna per la ‘God Control’ è un casino, è orribile”, ha scritto la ragazza sul proprio account Twitter “Avrebbe dovuto avvisarci sui contenuti del video soprattutto avvertire le vittime del Pulse, perché il video è stato pubblicato subito dopo l’anniversario della strage del 12 giugno”.

La giovane attivista ha poi concluso “Non è questo il modo giusto di fare prevenzione della violenza delle armi. Se vuoi sostenere il movimento fai una donazione a chi ne ha bisogno, in questo caso alla ‘One Pulse Foundation’ e ascolta le storie vere di chi è sopravvissuto. Le persone che lavorano nella comunità per la prevenzione della violenza sanno come parlarne ma non la maggior parte delle celebrità”.

Dalla sua parte migliaia di utenti che sono dello stesso parere e così ancora una volta Madonna, con questo ultimo disco nonostante essere riuscita a risalire le classifiche di Billboard, porta a casa un altro piccolo insuccesso.

Questo sito web utilizza cookies di profilazione di terze parti per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner, scrollando la pagina acconsenti all'uso dei cookie.leggi di più
Musictory utilizza YouTube API Services. Per info clicca qui