Musictory Notizie Orietta Berti- Part 2

Orietta Berti

  • Orietta Berti fermata oltre il coprifuoco “Mi hanno inseguita”

    02
    Mar
    2021

    Il coprifuoco alle 22:00 è in vigore anche a Sanremo, la città ligure dove dal 2 al 6 marzo si svolgerà il Festival di Sanremo. Per evitare assembramenti la città è stata eletta zona rossa per tutta la durata dell’evento e i controlli sono serratissimi.

    Quello che è accaduto ieri sera, poco dopo “l’orario limite per girare per le strade” è la prima notizia che fa sorridere di questo Festival. Orietta Berti, la cantante in gara al festival con il brano Quando ti sei innamorato, è stata inseguita e fermata da tre volanti della polizia.

    Tre auto della polizia mi hanno inseguito…” ha raccontato la donna “Mi ha fermato la polizia, erano le 22.05 e da Bordighera sono andata a ritirare gli abiti. Tre macchine della polizia mi hanno inseguito e mi hanno fermato”.

    “Mi hanno chiesto cosa facessi in giro a quell’ora. Ho detto che dovevo provare gli abiti: ‘Se non vanno bene, me li devono aggiustare…’ Mi hanno accompagnato fino all’albergo per vedere se dicevo la verità… Mi hanno riconosciuto? Avevo la mascherina, qui non si riconosce nessuno…”, aggiunge.

  • Orietta Berti è la portabandiera del Festival di Sanremo

    09
    Feb
    2021

    Orietta Berti torna al Festival di Sanremo, partecipando come concorrente nella lista dei 26 big in gara; la sua canzone è Quando ti sei innamorato e quest’anno con questa gara firma al sua 13esima partecipazione alla kermesse canora italiana.

    Da questa canzone nascerà poi un disco, La mia vita è un film, dove racconterà attraverso pezzi storici e qualche brano inedito la sua lunghissima carriera nel mondo della musica italiana.

    In attività dal 1965, all’Ansa la cantante ha raccontato questo suo ritorno sul palco del Teatro Ariston, dove vi salì per la prima volta nel 1966 con il brano Io ti darò di più.

    Hanno deciso gli altri per me, come succede sempre. In particolare il mio manager Pasquale Mammaro – raccontaIo non ci pensavo al Festival, non era più tempo, non volevo lo stress di quella settimana e in più quando mi hanno chiamato io e Osvaldo stavamo combattendo con il covid e rischiavamo di essere ricoverati. Ma poi ho capito che avevano ragione, che era il modo giusto per festeggiare 55 anni di carriera e poi non volevo deludere tutti i miei collaboratori”.

    La Berti, 29 anni dopo l’ultima partecipazione a Sanremo, quando andò in gara con Giorgio Faletti (“il festival più bello e più spensierati tra quelli che ho vissuto. E Giorgio se ne è andato troppo presto”), è pronta a sbarcare per la dodicesima volta in Riviera “La canzone è molto difficile da cantare, in alcuni punti sembra estratta da un’opera sinfonica. Racconta un incontro che diventa passione, una passione che dura tutta la vita”.

    Un’assenza lunghissima dal festival “perché non sentivo l’esigenza di andarci, oltre ai concerti, ho fatto e faccio tanta televisione: sono stata ballerina, cuoca, inviata speciale negli stadi, opinionista. Ero appagata”, dice. Nel festival mai come quest’anno a trazione under 30, l’Orietta nazionale ammette candidamente di non conoscere una buona metà dei cantanti in gara. “Potrebbero essere miei nipoti. Amedeo – preferisce chiamare così il direttore artistico e presentatore – ha portato tutti i generi: c’è un artista per ogni gusto. Io dove mi colloco? Come mi ha detto Iva Zanicchi sarò la portabandiera, rappresento le radici della melodia italiana, come ho sempre fatto e continuerò a fare”.

    Se dovesse dare un consiglio a chi ha da poco iniziato questo lavoro, non ha dubbi “Date retta a chi ne sa più di voi. Io ho avuto la costanza di ascoltare chi mi era vicino, mio marito su tutti. E soprattutto, siate voi stessi, senza voler imitare qualcuno che ha già ottenuto il suo successo”.

  • Orietta Berti racconta la morte di Luigi Tenco a Sanremo “Il mondo dello spettacolo era contro di me”

    05
    Ott
    2020

    Orietta Berti è stata ospite di Verissimo, dove ha raccontato il difficile momento della sua vita legato alla scomparsa di Luigi Tenco. Nel 1967, prima di suicidarsi, il cantautore lasciò un biglietto nel quale motivava il suo estremo gesto con l’esclusione dal Festival di Sanremo della sua canzone “Ciao amore ciao” in favore di “Io tu e le rose” della Berti.

    Leggi tutto l’ articolo »

  • “Ora o mai più” meteore alla riscossa con Marco Masini, Marcella Bella, Loredana Bertè e Ron

    31
    Mag
    2018

    Tantissimi i protagonisti provenienti dal mondo della musica per la prima edizione estiva di Ora o Mai più, il nuovo programma musicale in onda dal prossimo venerdì 8 giugno per 4 settimane su Rai1.

    Leggi tutto l’ articolo »