Stash dalla parte di Fedez “L’artista deve essere libero”

Stash dalla parte di Fedez “L’artista deve essere libero”

05
Mag
2021
Pubblicato da:

Continua a tenere banco il tema della censura di Fedez al Concerto del Primo Maggio. Il mondo dello spettacolo come quello della musica trova ogni giorno sostenitori e oppositori alla posizione assunta dal rapper durante l’evento di pochi giorni fa.

Come tutti sanno, ormai, Fedez ha fatto leggere il suo intervento agli organizzatori, ricevendo una telefonata a cui erano presenti i presentatori del concerto, gli organizzatori e la Rai: una telefonata in cui gli si chiedeva di non fare certi nomi di politici sul palco perché non era il contesto adatto, scatenando la reazione indignata del cantante la cui linea, alla fine, avrebbe prevalso, recitando il monologo in diretta.

Nella lista dei pro Fedez  si aggiunge Stash dei The Kolors, che prende le difese del collega.

“Non ho seguito bene la vicenda perché avevo un giorno pieno da vivermi con la mia famiglia; in questo momento in cui ci sono l’uscita del singolo, del video, Amici, sono sbattuto tra altre cose e avevo bisogno di qualche ora per liberarmi di tutto. Però ti dico che Fedez è uno che non ha mai fatto nulla di stupido, specie quando si parla di mettere la faccia per un qualcosa di importante, di grande”.

Infine aggiunge “La penso come tutti gli artisti: penso che se in questo momento uno debba mettere davanti alla natura del messaggio di Fedez l’idea che di Fedez si ha dal punto di vista artistico è un cretino, perché in questo momento è una persona che fa parte del nostro settore che ha deciso di metterci la faccia e battersi per una cosa che è sacrosanta. Nonostante non abbia seguito bene mi sento di abbracciare Fedez. L’artista deve essere sempre libero.