Sfera Ebbasta sfogo su Corinaldo “Sono rimasto zitto, ma ero vicino alle famiglie delle vittime”

Sfera Ebbasta sfogo su Corinaldo “Sono rimasto zitto, ma ero vicino alle famiglie delle vittime”

19
Mar
2019
Pubblicato da:

Il brano Mademoiselle è stata l’ultima grande provocazione di Sfera Ebbasta, dopo che la strage di Corinaldo. Oggi il “re della trap” rilascia una inaspettata dichiarazione al quotidiano La Repubblica.

Ho preferito stare zitto – afferma lui oggi – Tutto quello che si può dire su media o social è superfluo, inadatto e inopportuno. Ho scelto di portare rispetto e agire privatamente per cercare a mio modo di stare vicino alle famiglie colpite. Quello che è successo va oltre la musica, oltre il mio personaggio, oltre tutto. Quella notte ha sconvolto tutti, ci ha distrutto, pensare che sia successo è incredibile. Certe cose in un Paese come il nostro non possono succedere. La sicurezza è la prima regola nella vita di tutti i cittadini. Sul lavoro, dappertutto e anche nei luoghi di intrattenimento. Sono sicuramente criticato e preso di mira ma sono una persona e il mio massimo rispetto e cordoglio vanno alle famiglie delle vittime.

Inoltre Sfera ha respinto con forza l’accusa che nelle sue canzoni ci sia una sorta di istigazione alla droga “Ho sempre parlato di me, non ho mai istigato nessuno. Ho sempre detto sui social o nei live ragazzi non drogatevi, non bevete. Ma dico io, ci vuole Sfera Ebbasta per dire che la droga fa male?”.

Questo sito web utilizza cookies di profilazione di terze parti per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner, scrollando la pagina acconsenti all'uso dei cookie.leggi di più
Musictory utilizza YouTube API Services. Per info clicca qui