Salvini vs Fedez, l’ex ministro sui social “Ti invito a bere un caffè e parlare civilmente”

Salvini vs Fedez, l’ex ministro sui social “Ti invito a bere un caffè e parlare civilmente”

02
Mag
2021
Pubblicato da:

La storia infinita tra Matteo Salvini leader della Lega e Fedez, il rapper che si è attirato tutte le attenzioni del concerto del Primo Maggio a Roma, ha un nuovo capitolo. Dopo lo show che c’è stato per l’esibizione di Federico Lucia a Roma e il tentativo della Rai di “censurare” alcuni sui attacchi politici, ora l’ex ministro ribadisce la sua buona volontà ad incontrarlo.

Seppur diametralmente opposti su tantissimi punti di vista (tra gli ultimi motivi di dibattito c’è stato il DDL ZAN), Salvini si è sempre pubblicamente dichiarato disponibile ad incontrare il giovane artista.

E ora dopo quest’ultima vicenda sui social viene rinnovato l’invito, con tutta una lunga considerazione su quanto avvenuto in queste ultime 24 ore.

“Alla faccia del divieto di pubblicità in Rai…
Comunque…
Adoro la Libertà.
Adoro la musica, l’arte, il sorriso.
Adoro e difendo la libertà di pensare, di scrivere, di parlare, di amare. Ognuno può amare chi vuole, come vuole, quanto vuole.
E chi discrimina o aggredisce va punito, come previsto dalla legge.
È già così, per fortuna.
Chi aggredisce un omosessuale o un eterosessuale, un bianco o un nero, un cristiano o un buddhista, un giovane o un anziano, rischia fino a 16 anni di carcere. È già così.
Reinvito Fedez a bere un caffè, tranquilli, per parlare di libertà e di diritti.
Il diritto alla vita ed all’amore sono sacri, non si discutono.
Per me anche il diritto di un bimbo a nascere da una mamma e un papà è sacro, mentre il solo pensiero dell’utero in affitto e della donna pensata come oggetto mi fanno rabbrividire. Così come, da padre, non condivido che a bimbi di 6 anni venga proposta in classe l’ideologia gender, o si vietino giochi, canti e favole perché offenderebbero qualcuno. Non scherziamo.
Viva la Libertà, che non può imporre per legge di zittire o processare chi crede che la famiglia, come anche la Costituzione prevede, sia la cellula, il nucleo, il cuore, il passato, il presente e il futuro del mondo.

Questo sito web utilizza cookies di profilazione di terze parti per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner, scrollando la pagina acconsenti all'uso dei cookie.leggi di più
Musictory utilizza YouTube API Services. Per info clicca qui