Renato Zero, una poesia per Ennio Morricone

07
Lug
2020
Pubblicato da:

Continuano i messaggi di addio al grande maestro Ennio Morricone, scomparso improvvisamente nella notte del 6 luglio, all’età id 91 anni.

Dal mondo dello spettacolo a quello della politica, dai personaggi noti alle persone comuni, il nome di Morricone continua ad essere uno dei temi protagonisti in rete nelle ultime ore. A dare il suo addio al maestro arriva oggi Renato Zero, che si aggiunge alla lunghissima lista di “colleghi” che gli hanno voluto rendere omaggio.

Renato Zero si è posto come allievo di Morricone ma era anche suo amico. Indimenticabile il saluto a sorpresa al SeiZero, evento che il Re dei Sorcini aveva organizzato per il suo 60° compleanno, ma anche la collaborazione in Pura Luce, brano inserito in La Curva Dell’Angelo del 2001 e musicata proprio dal Maestro.

Renato Zero ha voluto invece salutarlo con il ricordo di Roma, della loro Roma, quella che li ha legati nell’amicizia e nel lavoro. Il genio di Ennio Morricone ci lascia dopo 60 anni di musica, quella che rimarrà eterna.

Ennio che nun sei artro.
Che artro qui nun ce serve…
Pe dì che abbasti ar monno.
Che tu servi alla gente.
Je smovi l’interiora.
Je scombussoli er core.
Li fai senti importanti.
Je scateni l’amore…
Ennio che nun s’arresta
Ch’è ‘n fiume sempre in piena.
So partiture scritte
da un’anima assai pura
Tu fijo de na Roma
che soffre ma non trema
Spavalda e compagnona
tra un vaffa e ‘na preghiera.
Ennio che nun te pieghi
Che non te fai fregà
Perché hai avuto in dote
er genio e la sincerità!

 

Questo sito web utilizza cookies di profilazione di terze parti per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner, scrollando la pagina acconsenti all'uso dei cookie.leggi di più
Musictory utilizza YouTube API Services. Per info clicca qui