Passo indietro di Siae. Sbloccati i diritti per “Mio Fratello” e scuse ufficiali a Biagio Antonacci

23
Set
2019
Pubblicato da:

La SIAE ammette l’errore e cancella l’accusa di plagio rivolta nei mesi scorsi a Biagio Antonacci per il brano Mio Fratello, inizialmente visto come un plagio di una canzone di Lenny De Luca.

“Il Consiglio di Gestione Siae – si legge nella nota diffusa dalla Società presieduta da Mogol – il 17 settembre su proposta del direttore generale, accertato che la propria delibera dello scorso 28 maggio con la quale veniva deciso l’accantonamento risultava emessa in assenza dei presupposti necessari alla concessione di tale provvedimento, ne ha disposto la revoca”.

La nota società italiana che gestisce i diritti d’autore sulla musica di grande parte dei cantautori italiani, ha reso noto che i diritti sono stati sbloccati il 17 settembre, dopo che la settimana scorsa si era diffusa la notizia del blocco operato su richiesta dei legali di Lenny De Luca, il musicista che ha accusato Antonacci di plagio.

L’accusa di plagio contro Biagio Antonacci è quindi caduta e così nel  comunicato il Consiglio di Gestione “ha espresso il proprio rammarico per la diffusione di tale informazione imprecisa e fortemente lesiva dell’immagine del maestro Biagio Antonacci, considerato che la stessa era coperta da privacy, in quanto destinata unicamente agli interessati”.

Questo sito web utilizza cookies di profilazione di terze parti per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner, scrollando la pagina acconsenti all'uso dei cookie.leggi di più
Musictory utilizza YouTube API Services. Per info clicca qui