Oscar a Rami Malek come miglior attore protagonista ”Io Figlio di immigrati come Freddie”

25
Feb
2019
Pubblicato da:

Rami Malek nella notte degli oscar trionfa e si porta a casa l’Oscar come migliore attore protagonista, grazie alla sua interpretazione di Freddie Mercury nel film Bohemian Rhapsody.

Commozione e grande gioia per lui e per i colleghi, al momento della consegna della statuetta l’attore divenuto oggi uno dei nomi più amati della cinematografia americana ha ricordato le cose che lo accomunano al grade Freddie per cui ha prestato viso e corpo “Sono il figlio di immigrati egiziani, americano di seconda generazione, non ero la scelta più ovvia ma a quanto pare ha funzionato” ha detto davanti al grande pubblico, soffermandosi poi sui ringraziamenti “Mia mamma è in sala: ti voglio bene. Mio papà mi sta guardando dall’alto. Grazie a voi, Queen. Grazie per avermi permesso di svolgere un piccolo ruolo nella vostra straordinaria eredità. Sarò in debito con voi per sempre. Abbiamo fatto un film su un uomo gay, un immigrato, che ha vissuto la sua vita per essere sé stesso, senza paura e senza vergogna. Il fatto che io lo stia celebrando, e celebrandolo stasera, è la prova che abbiamo bisogno di storie come questa”.

Le nomination come miglior attore protagonista di quest’anno includevano anche Christian Bale (Vice), Bradley Cooper (A star is born), Willem Dafoe (Van Gogh – Sulla soglia dell’Eternita), Viggo Mortensen (Green Book). Il premio è stato consegnato da Gary Oldman e Allison Janney.

________________________

Bohemian Rhapsody racconta la storia dei Queen, dalla nascita nel 1970 al concerto Live Aid del 1985. Per interpretare Mercury, Malek ha tra le altre cose dovuto indossare dei denti finti. Malek ha raccontato in diverse interviste di aver avuto diversi dubbi prima di accettare la parte di Mercury in Bohemian Rhapsody. Prima di lui era stato scelto l’attore Sacha Baron Cohen, che però aveva abbandonato il progetto. Malek prese il suo posto nel 2017, quando si decise anche che il film sarebbe stato diretto da Bryan Singer, che alcune settimane prima delle riprese fu licenziato per comportamento inaffidabile sul set.

Questo sito web utilizza cookies di profilazione di terze parti per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner, scrollando la pagina acconsenti all'uso dei cookie.leggi di più
Musictory utilizza YouTube API Services. Per info clicca qui