Nek, polemiche per il concerto improvvisato: l’artista si scusa per gli assembramenti che si sono creati

31
Ago
2020
Pubblicato da:

Nek adesso si dice “pentito” di essersi esibito al Twiga di Forte dei Marmi (Lucca), il locale sulla spiaggia di Daniela Santanchè, il 26 agosto senza indossare la mascherina.

Mi sono preso qualche tempo per rispondere con la calma necessaria su quello che è successo, perché non voglio che passi un’immagine di me che non corrisponde a chi sono”.

Lo scrive Nek nelle storie del suo profilo Instagram per rispondere alle polemiche nate dopo che, mercoledì 26 agosto, il cantautore è stato filmato mentre accennava un paio di brani durante una cena con musica al Twiga Beach Club, stabilimento balneare di Marina di Pietrasanta, ed aveva intorno alcune persone senza mascherina e distanziamento.

“Mi trovavo con la mia famiglia a una cena nello stabilimento dove ho passato (come ogni anno) l’estate, sempre nel pieno rispetto di tutte le regole. Una cena privata all’aperto per i soli clienti dello stabilimento, che ho trascorso seduto al tavolo con i miei congiunti”, spiegaNek. “Il deejay ha alzato il volume su una mia canzone e mi è stato chiesto di accennare un paio di pezzi (non un concerto), ho accettato amichevolmente l’invito a prendere il microfono. Ho commesso una leggerezza: la musica crea aggregazione, le persone hanno cominciato a farsi prendere dall’entusiasmo e, anche se l’evento era privato, sarebbe stato meglio non accettare e non prenderlo quel microfono”, ammette.

“Ho passato questa estate facendo dei piccoli concerti nel pieno rispetto delle regole di distanziamento a tutela della salute di tutti. E da lì non mi schiodo, la priorità è sempre quella”, conclude.

 

Questo sito web utilizza cookies di profilazione di terze parti per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner, scrollando la pagina acconsenti all'uso dei cookie.leggi di più
Musictory utilizza YouTube API Services. Per info clicca qui