Lily Allen tra droga e famiglia “Le mie figlie la mia salvezza”

02
Lug
2019
Pubblicato da:

Lily Allen per la prima volta parla pubblicamente del periodo più brutto della sua vita, quando cadette nel terribile tunnel della droga e venne salvata miracolosamente solo dai suoi affetti.

“Sono sorpresa di non essere morta dopo tutte la droga e le notti selvagge che ho vissuto agli inizi della mia carriera” ha raccontato oggi la cantante, riferendosi ad alcuni periodi di vita risalenti al 2006, quando arrivò all’apice della sua carriera e finì quasi inconsciamente in un tunnel molto pericoloso. “Fortunatamente non ho avuto il grande successo ai tempi dei social network perché avrei esibito tutto quello che vivevo credendo di essere una vincente, quando invece sarei stata solo quella messa peggio.”.

La Allen ricorda quel periodo, oggi che è completamente “guarita”, come un momento davvero drammatico della sua vita, ma che grazie alla persone che le volevano bene è riuscita a superare “All’epoca non ero conscia di nulla. La dipendenza può manifestarsi in tanti modi. Usi sostanze o sesso per coprire con un cerotto qualche altra ferita, come il dolore o la paura. Nel mio caso, la salvezza è arrivata grazie alle mie figlie. Diventare madre ha generato in me un senso di responsabilità che mi mancava”.

La donna ha subito un aborto spontaneo nel 2008 quando era incinta del figlio di Ed Simons; nel 2009 inizia a frequentare Sam Cooper che arriva a sposare due anni dopo e da questa unione sono nate due figlie, Ethel Mary nel 2011 e Marnie Rose nel 2013.

 

Questo sito web utilizza cookies di profilazione di terze parti per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner, scrollando la pagina acconsenti all'uso dei cookie.leggi di più
Musictory utilizza YouTube API Services. Per info clicca qui