L’appello di Tiziano Ferro per una legge contro l’omolesbitransfobia e misoginia.

L’appello di Tiziano Ferro per una legge contro l’omolesbitransfobia e misoginia.

06
Ott
2020
Pubblicato da:

Mentre riprende in Parlamento la discussione sul progetto di legge Zan contro “l’omolesbobitransfobia e la misoginia” a Milano prende ulteriormente corpo la manifestazione a sostegno “Ora basta! Violenza e discriminazione non sono un’opinione“ organizzata per sabato alle 15 in piazza Scala dai Sentinelli di Milano insieme con altre associazioni.

A sostegno dell’iniziativa anche un big come il cantante Tiziano Ferro che in un video, citando l’articolo 3 della Costituzione italiana, ha chiesto, adesso, una legge contro l’odio in Italia

Il cantante ha voluto registrare e mandare questo video a sostegno di questa richiesta urgente:

“Questo è l’articolo 3 della Costituzione della Repubblica italiana:

Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali.E` compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l’eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l’effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all’organizzazione politica, economica e sociale del Paese.

Ma purtroppo in Italia di odio e segregazione si muore ancora. E cosa stiamo aspettando? Il prossimo femminicidio, della ragazza che è stata chiama puttan@ o pazza o il prossimo suicidio del ragazzo che è stato chiamato malato, aberrazione? E poi cosa faremo? Scriveremo sotto un post che ci dispiace per le famiglie, che le istituzioni non c’erano ma in realtà ci farà piacere pensare che non è successo a noi e ai nostri figli. Però io una cosa ve la voglio dire: sta già succedendo a noi. Sta già succedendo ai vostri figli perché ogni volta che un uomo e una donna muoiono da innocenti, muore la possibilità di fare qualcosa di buono per tutti. Perché ricordiamolo: “Una legge contro l’odio non toglie libertà a nessuno“. Perché insultare, minacciare, licenziare, picchiare, aggredire verbalmente a causa della diversità non può essere libertà d’espressione. Siete proprio sicuri che la prossima vittima d’odio non possa essere vostra figlia? Se le cose continuano così, io non le posso assicurare. Alla civiltà, al rispetto, al mio Paese e a una legge contro l’odio, adesso”

Questo sito web utilizza cookies di profilazione di terze parti per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner, scrollando la pagina acconsenti all'uso dei cookie.leggi di più
Musictory utilizza YouTube API Services. Per info clicca qui