L’appello di Loredana Bertè “Niente premio Mia Martini a chi promuove violenza”

24
Gen
2020
Pubblicato da:

Non si placa la polemica sulla presenza del rapper Junior Cally al Festival di Sanremo, il rapper finito nel mirino per aver composto testi per le proprie canzoni inneggianti alla violenza.

Anche Loredana Bertè ha voluto dire la sua sulle polemiche nate in seno alla settantesima edizione del Festival di Sanremo. La cantante si è espressa in relazione al premio “Mia Martini” che solitamente viene assegnato dalla critica al cantante più meritevole.

La cantante  ha postato sulla sua pagina Facebook un commento per chiedere alla Sala Stampa dell’Ariston di escludere, a priori, una possibile candidatura al “Premio della critica Mia Martini” di qualsiasi artista che promuova attraverso i suoi testi violenzafisica o verbale verso le donne o misoginia in generale.

Questo il suo messaggio integrale:

“Chiedo ai giornalisti della Sala Stampa dell’Ariston di escludere, a priori, una possibile candidatura al “Premio della critica Mia Martini” di qualsiasi artista che promuova attraverso i suoi testi violenza fisica o verbale verso le donne o misoginia in generale. Mia sorella è stata per anni vittima di bullismo “verbale” e non credo che avrebbe mai voluto che il suo nome venisse associato a certi “soggetti” che andrebbero SQUALIFICATI (come avvenuto di recente e giustamente in un’altra trasmissione di successo) per istigazione alla violenza sulle donne e per il pessimo messaggio che arriva ai giovanissimi. Grazie.”

Questo sito web utilizza cookies di profilazione di terze parti per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner, scrollando la pagina acconsenti all'uso dei cookie.leggi di più
Musictory utilizza YouTube API Services. Per info clicca qui