La “parodia della giustizia” di Katy Perry contro l’accusa di plagio

La “parodia della giustizia” di Katy Perry contro l’accusa di plagio

06
Ago
2019
Pubblicato da:

Una multa di 2,8 milioni di dollari per il plagio della canzone Dark Horse. Questo quando dovrà sborsare la star americana Katy Perry al rapper Marcus Gray per aver copiato la sua Joyful Noise, brano scritto nel 2009.

Nonostante la decisione presa dal Tribunale di Los Angeles, Katy Perry e i suoi collaboratori hanno rilasciato una dichiarazione definendo il tutto come una “parodia della giustizia“. Durante tutto il processo, gli avvocati della Perry hanno sottolineato come il ritmo in questione fosse troppo semplice e comune per essere ragionevolmente protetto da copyright. 

“Gli autori di Dark Horse considerano il verdetto come una parodia della giustizia. Non c’è violazione. Non vi era accesso di sostanziale somiglianza. L’unica cosa in comune è l’espressione improbabile – le note “C” e “B” equidistanti siano ripetute. Persone tra cui musicologi di tutto il mondo esprimono il loro sgomento per questo. Continueremo a combattere a tutti i livelli appropriati per correggere l’ingiustizia”.

In realtà dei quasi tre milioni Katy sborserà di tasca propria ben poco, solo 500 mila dollari. Il grosso sarà a carico della casa discografica Capitol Records, il resto sarà pagato dagli autori.

La canzone è stata uno dei maggiori successi della cantante, per quattro settimane in vetta alla classifica Billboard Hot 100.

Questo sito web utilizza cookies di profilazione di terze parti per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner, scrollando la pagina acconsenti all'uso dei cookie.leggi di più
Musictory utilizza YouTube API Services. Per info clicca qui