La nuova provocazione di Povia: nudo su facebook per un “servizio fotografico politico”

La nuova provocazione di Povia: nudo su facebook per un “servizio fotografico politico”

09
Giu
2016
Pubblicato da:

L’idea è di fare un calendario, io bagnato con i boxer di tutti i colori, poi nudo e abbronzato. Ad ogni mese i simboli di partiti nuovi e vecchi, con i relativi pensieri. Così rappresento la situazione media degli italiani raccontandogli un po’ di storia. Chi ha voglia di fotografarmi GRATIS?”

Queste le parole con cui il cantante Giuseppe Povia accompagna le foto, scattate per la rivista VanityFair, nate come una proposta di servizio fotografico politico, dove alla fine del post promuove anche il suo nuovo album “Nuovo Contrordine Mondiale“.

Purtroppo questo post ha avuto dei commenti negativi, la rete si è rivolta contro di lui per i termini usati; in particolare quel “ritardati” ha fatto si che moltissimi utenti si rivolgessero a lui con toni tutt’altro che tranquilli; tra i post ne emergono alcuni “Hai qualcosa contro i ritardati? Perché mio fratello purtroppo lo è dalla nascita  ma non si sarebbe mai sognato di scrivere un commento così offensivo“, “Dare del ‘ritardato’ a chiunque è proprio da marmocchi ignoranti. E dato che tu sei adulto e vaccinato, ci si aspettava che avessi un minimo di coscienza. È evidente che così non è e che scrivere qualsiasi cosa, che siano insulti o complimenti, è inutile quanto dire a un bambino esaltato di smetterla di saltare nel fango“.

Questa infine la continuazione del suo post: “Sono le cose che piacciono ai ritardati e alle ritardate, abbassarsi al loro livello per portarle al mio no? ツ Invece per chi è “sveglio”: Ordina il Cd NuovoContrordineMondiale a ufficiostampa@povia.net, spedizione via posta in 1 giorno. Autoprodotto e libero da ogni schema e multinazionale. #‎ScreditarmiPerAccreditarmi.“.