J-Ax e Fedez, consigli tra papà “Fare il papà vuol dire essere sospesi tra terrore ed euforia”

26
Mar
2018
Pubblicato da:

Sono passati appena 7 giorni dalla nascita del piccolo Leone Lucia Ferragni che il piccolo è un divo della rete. Tantissimi gli auguri che ancora oggi continuano ad arrivare alla coppia, attualmente a Los Angeles.

Tra i tanti non poteva mancare anche l’amico e collega di avventura J-Ax, con il quale il prossimo 1° giugno Fedez sarà in concerto a Milano San Siro per la chiusura del loro capitolo Comunisti Col Rolex.

J-Ax è già papà da tempo e al neo-papà riserva qualche piccolo consiglio, a cui ne seguiranno tanti altri appena si vedranno “So quanto diventare padre possa farti cambiare la prospettiva sul mondo. Fare il papà significa stare sospesi tra terrore ed euforia, io personalmente ho provato spesso paura con mio figlio

Queste le prime parole rilasciate alle pagine della rivista IoDonna dove l’artista ha parlato della paternità dell’amico e un po’ anche della sua “Di mio figlio ricordo il primo starnuto, la prima febbre, la prima volta che gli è andato di traverso qualcosa. Quelli sono momenti in cui a un genitore cadono i capelli. Io non li ho, i capelli, ma insomma, mi si staccano i tatuaggi! Una volta maggiorenne potrà fare tutto quello che gli pare. confessa emozionato.

Un tema delicato che viene spesso accostato a quello della paternità è quello sulle droghe e sulla marijuana in particolare, della quale J-Ax non ha mai negato l’uso fatto anni fa. Oggi lui è favore della sua legalizzazione Ho smesso di fumare, il tema mi interessa, perché sono e resto un libertario, convinto che la marijuana debba diventare legale. La guerra alla droga così com’è stata portata avanti finora mi sembra abbia solo peggiorato il problema”.

Questo sito web utilizza cookies di profilazione di terze parti per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner, scrollando la pagina acconsenti all'uso dei cookie.leggi di più
Musictory utilizza YouTube API Services. Per info clicca qui