Gianni Morandi pubblica sardine: fan esultano in rete

28
Gen
2020
Pubblicato da:

Quattro sardine colorate all’indomani delle elezioni regionali in Emilia Romagna, che hanno confermato la vittoria del governatore uscente Stefano Bonaccini con ampio margine sulla candidata leghista Lucia Borgonzoni. 

Il cantautore Gianni Morandi pubblica questa immagine sui social e le sue pagine impazziscono: fan in delirio, per la maggior parte si leggono commenti che festeggiano la vittoria della sinistra, ancora una volta al governo della Regione Emilia Romagna.  E così Gianni sui social ottiene oltre 20mila ‘like’ e oltre duemila commenti dai fan.

Le consultazioni tenutesi in Emilia Romagna si sono concluse con la timida vittoria del presidente Pd uscente – ricandidatosi per il centro-sinistra- Stefano Bonaccini, sulla candidata Lega per il centro-destra, Lucia Borgonzoni. Gli sfidanti in questione si sono attestati, rispettivamente, al 51,4% e 43,6%.

Il post in questione del cantante bolognese, dalla descrizione ermetica “27 gennaio”, ha in pochi minuti fatto incetta di commenti. La nuova immagine condivisa da Morandi sembra voler alludere al movimento attivista delle Sardine, nato nel 2019 in Emilia Romagna.

Nonostante questo però le critiche non sono mancate. Tra i fedelissimi fan dell’artista, c’è chi lo critica aspramente. “Per me Gianni potevi evitare – si legge in uno dei molteplici commenti giunti sotto l’ultimo post di Morandi -. Un personaggio pubblico dovrebbe almeno fingere di essere super partes…”. E in un altro messaggio si legge: “Mi hai deluso, da te non me l’aspettavo, mi piace come canti, non fare politica”. E, ancora: “Per me eri un idolo, ma mi sei proprio calato con il tuo post pro sardine”. Infine, c’è chi dispensa consigli per il bene del suo beniamino: “Gianni non ti esporre, non è bello! Continua a cantare”.

Questo sito web utilizza cookies di profilazione di terze parti per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner, scrollando la pagina acconsenti all'uso dei cookie.leggi di più
Musictory utilizza YouTube API Services. Per info clicca qui