Frasi omofobe, un passo indietro per Fedez “In passato ho sbagliato”

Frasi omofobe, un passo indietro per Fedez “In passato ho sbagliato”

04
Mag
2021
Pubblicato da:

Il 1° maggio al concertone a Roma Federico Lucia attacca parte del mondo della politica e la direzione di Rai3 denunciando da parte di questi un tentativo di censura nei suoi confronti.

Il 2 maggio 2021 Vittorio Sgarbi pubblica un tweet che riporta delle citazioni dei testi di Fedez dal presunto tono omofobo per contestare la sua attuale posizione a favore del Disegno di legge Zan e il suo intervento al Concertone. Un intervento che ha generato polemiche sulla Rai a seguito di una telefonata registrata e resa pubblica dal rapper italiano. Il parlamentare, nel condividerle, domanda: “Quello che scrive queste cose è lo stesso “campione” dei diritti civili salito sul palco del concerto del Primo Maggio? Chiedo per un amico”.

Il cantante ha risposto nelle stories di Instagram con una sorte di “guida alla comprensione del testo” e ha fatto anche mea culpa “Ho peccato anch’io, da giovane, ho detto delle cose omofobe, non c’è mai stata nel quartiere dove sono cresciuto educazione in tal senso. Ma poi ho cercato di migliorarmi. Ho sbagliato per ignoranza”.

Sono molti i testi finiti sul mirino: come ad esempio “Faccio brutto” in cui rappava “ho un odio represso verso tutte le persone gay” a “Le feste di Pablo“: “Sei un pacco, tipo, tipa con la sorpresa”, passando per “Canzone da gay” in cui diceva “io lo so che ti piacciono le canzoni gay, più ti guardi allo specchio più di credi una lei” a “Ti porto con me” in cui diceva “non fare l’emo-frocio con lo smalto”.

Fedez sui social, dove il video del suo intervento al Concertone è diventato virale e accumula giorno dopo giorno migliaia di visualizzazioni, fa un passo indietro  “Non c’è mai stata nel quartiere in cui sono cresciuto educazione in tal senso — spiega nelle sue stories — ma poi ho cercato di migliorarmi. Ho sbagliato per cose dettate dall’ignoranza; ho fatto un testo recentemente che è stato giudicato transfobico (Le feste di Pablo, ndr), ma non era voluto: ho invitato una ragazza trans al mio podcast, abbiamo affrontato il tema e ho imparato un sacco di cose perché non mi voglio dare preclusioni“.

Questo sito web utilizza cookies di profilazione di terze parti per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner, scrollando la pagina acconsenti all'uso dei cookie.leggi di più
Musictory utilizza YouTube API Services. Per info clicca qui