Fiorella Mannoia contro il governo “Chiese, musei, partite di campionato rimarranno aperti. Ma noi no”

26
Ott
2020
Pubblicato da:

Fiorella Mannoia sui social rompe il silenzio in relazione al nuovo DPCM emanato dal Governo. La cantante, membro di Unita (Unione Nazionale Interpreti Teatro e Audiovisivo) denuncia una situazione, l’ennesima, insostenibile per i lavoratori.


“Finora nei teatri dove si sono esibiti, colleghi, attori e scrittori.. – scrive la donna – c’è stato un solo caso di Covid in tutti questi mesi, tutto è stato fatto secondo le regole e il teatro e i cinema a oggi sono stati tra i luoghi più sicuri. Ma le chiese, i musei, le partite di campionato rimarranno aperti. Ma noi no. Se volete condividete. Grazie.”.

Con il nuovo DPCM in vigore sino al 24 novembre i luoghi di aggregazione culturale di fatto vengono chiusi per contenere il contagio da coronavirus. Ma le associazioni di categoria e le istituzioni si oppongono. E con esse anche tutti gli artisti colpiti ancora una volta dalla crisi.

Questo sito web utilizza cookies di profilazione di terze parti per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner, scrollando la pagina acconsenti all'uso dei cookie.leggi di più
Musictory utilizza YouTube API Services. Per info clicca qui