Fedez contro Tiziano Ferro “Non è una questione di omosessualità, il tuo problema è la presunta evasione fiscale”

22
Nov
2019
Pubblicato da:

Omofobo e bullo: Tiziano Ferro non la manda a dire a Fedez. E il rapper prima si scusa poi s’arrabbia dandogli dell’evasore fiscale. Accade tutto in 24 ore.

Dopo essersi scusato con Tiziano Ferro per alcune presunte frasi omofobe in una sua vecchia canzone, il rapper ha deciso di passare al contrattacco. Nelle stories di Instagram, il marito di Chiara Ferragni ha esternato tutto il suo dispiacere, accusando Tiziano Ferro di aver strumentalizzato la vicenda.

Ma ignorato dal cantante per le scuse, Fedez ha deciso di tornare sulla questione e affrontare un’altra tematica, quella della presunta evasione fiscale.

“Ieri ho cercato di chiarire il mio pensiero sull’accusa di omofobia e bullismo cercando di prendere l’ennesima polemica e trasformarla per una volta in qualcosa di costruttivo”, scrive il cantante sul suo profilo Instagram. “Oltre a non aver ricevuto nessuna risposta a questa mia proposta né privatamente né pubblicamente questa mattina trovo ancora il mio nome associato alle parole omofobo, bullo, omofobia. Tra l’altro sembra che la mia sola giustificazione sia stata quella di dire “avevo 19 anni” quando in realtà ho detto tutt’altro”.

Dopo aver chiarito ancora che la canzone si intitola Tutto il contrario, “ovvero scrivo tutto il contrario di ciò che penso e anche nel momento in cui l’ho scritta non ha mai voluto essere un testo omofobo ma tutto il contrario!”, ha lanciato la sua personale opinione sul perché di tanto tempismo chiamando dentro anche Fabri Fibra.

“Dopo aver provato a trasformare tutto ciò in qualcosa di positivo mi trovo costretto a chiedermi se Tiziano Ferro perdoni i testi omofobi solo a Fabri Fibra con cui ha duettato due anni fa. Questa attenzione per i testi del passato non c’è stata? Come mai? Non ce l’ho con Fabri Fibra ma con l’unilaterale attenzione verso una mia canzone di 10 anni fa”, aggiunge ancora il rapper. “Questo mi dimostra che ieri non si è voluta combattere l’omofobia ma si è voluta combattere la mia persona sfruttando un tema così delicato”.

“La verità Tiziano – ha concluso Fedez – è che quella canzone l’hai già ascoltata quando uscì 10 anni fa tanto che il tuo produttore Michele Canova mi disse che ti strappò anche un sorriso. La verità è che a te non è andata giù una mia rima sulla tua presunta evasione fiscale da 3 milioni di euro che nulla ha a che fare con dei temi così delicati come l’omofobia e il bullismo”.

Questo sito web utilizza cookies di profilazione di terze parti per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner, scrollando la pagina acconsenti all'uso dei cookie.leggi di più
Musictory utilizza YouTube API Services. Per info clicca qui