Emergenza Coronavirus, Ed Sheeran chiude il pub di Londra ma continua a pagare i dipendenti

31
Mar
2020
Pubblicato da:

Porte chiuse al pub londinese di Ed Sheeran, l’artista ha deciso di sospendere momentaneamente l’attività per aiutare il rallentamento del contagio ed evitare di fornire ai londinesi un luogo dove creare assembramenti. Nonostante questo però l’artista ha annunciato che nessuno pagherà, in termini di stipendio, alcuna conseguenza su questa decisione.

L’artista  ha deciso di mantenere gli stipendi a tutte le persone che lavoravano nel suo locale, il Bertie Blossoms, senza decurtazione alcuna. 

Secondo quanto riportato da alcuni tabloid britannici, “Ed ha detto a tutti non preoccuparsi, che si occuperà lui di pagare e che ci rivedremo tutti insieme una volta che il mondo sarà tornato alla normalità. I manager controlleranno il locale ogni tanto, per vedere che tutto sia a posto“. Inoltre, ha spinto i suoi lavoratori a rendersi utile facendo volontariato e ha detto loro di cercare un altro lavoro nel caso lo ritenessero opportuno. 

Quello del cantante è uno dei gesti di solidarietà verso il prossimo, seppur non risulti per il momento alcuna donazione pubblica, questo gesto gli fa onore.

Questo sito web utilizza cookies di profilazione di terze parti per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner, scrollando la pagina acconsenti all'uso dei cookie.leggi di più
Musictory utilizza YouTube API Services. Per info clicca qui