Elodie “Facevo la cubista, ero una persona violenta: ho spaccato mani alla gente”

13
Feb
2020
Pubblicato da:

Prima di salire sul palco di Sanremo, prima di raggiungere le vette delle classifiche nazionali musicali, prima di entrare nella scuola di Amici, insomma prima di essere la Elodie che tutti conoscono, la giovane cantante cresciuta a Roma ha raccontato alcuni momenti della sua vita, quando per guadagnarsi da vivere faceva la cubista.

Non rinnego tutto quello che ho fatto perchè mi ha portato dove sono oggi, ma ai tempi ero un’altra persona” .

Con queste parole Elodie Di Patrizi, diventata famosa nella scuola di Amici per la sua iconica capigliatura rosa, ricorda la sua vita prima di essere famosa, raccontando un lato di se che oggi non esiste più.

“Mio padre è un ex musicista. Ha suonato per strada per tanti anni e mia madre faceva la colletta. Io mi vergognavo perché i compagni di classe potevano pensare che facesse l’elemosina. I miei si sono separati quando avevo 8 – 9 anni. C’era violenza a casa, non si sono separati bene. Cercavo di essere protettiva con mia sorella più piccola. Sono stata molto incazzata con la mia famiglia. È giusto proteggere l’infanzia di un bambino. Io sono cresciuta troppo presto. Dicevo: ‘Ma questi che caz** fanno?'”.

Prima di arrivare al mondo della musica, allora sono un sogno “impossibile” per lei, aveva trovato lavoro come cubista “A 19 anni sono andata a vivere a Lecce. Ho fatto la cubista per anni. Il destino si diverte. Era il lavoro che faceva mia madre e quando l’ho scoperto mi sono incazzata. Pensavo fosse un lavoro da poco di buono. Mi capitava che ci fossero quelli che ti facevano 200 video da sotto o che magari ti toccavano la caviglia. Io sono coatta, ho spaccato mani, telefoni, ero violenta. Non me ne fregava niente. La borgata lì mi è servita. Non devi permetterti di pensare che se sto lì, hai il permesso di toccarmi o che dopo vengo a casa tua”.

Poi ecco il momento della rinascita per Elodie, quello che lei considera il vero cambiamento nella sua vita, è arrivato con quella scuola di Mediaset, da dove è uscita come seconda classificata nella quindicesima edizione del 2016 “Amici è la casa popolare, X-Factor è il talent chic. Amici per me è stato importantissimo. Quella storia mi ha dato la possibilità di rimettermi in riga. La cosa che mi è piaciuta è che Maria De Filippi non ha mai strumentalizzato la mia storia e io ne ho a pacchetti di storie strappalacrime. Ad Amici non hai più niente a cui pensare se non cantare. Per me è stato terapeutico”.

 

Questo sito web utilizza cookies di profilazione di terze parti per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner, scrollando la pagina acconsenti all'uso dei cookie.leggi di più
Musictory utilizza YouTube API Services. Per info clicca qui