Ddl Zan, Fedez contro il Vaticano “Siamo uno Stato laico”

Ddl Zan, Fedez contro il Vaticano “Siamo uno Stato laico”

23
Giu
2021
Pubblicato da:

Fedez sbotta contro il Vaticano dopo le notizie relative alla presa di posizione ufficiale contro il ddl Zan. Il rapper è intervenuto con un tweet questa mattina.

“Riassumendo: il Vaticano – ha scritto – che ha un debito stimato di 5 miliardi di euro su tasse immobiliari mai pagate dal 2005 ad oggi per le strutture a fini commerciali dice all’Italia ‘guarda che con il DDL Zan stai violando il Concordato'”

Nonostante la valagna di like arrivata al posto, c’è un utente (uno dei tanti) ricorda a Fedez il concetto di democrazia: “Premesso che non condivido la posizione del Vaticano, questo accostamento non ha molto senso. Che la Chiesa cattolica sia portavoce di una gande fetta della popolazione italiana è un dato di fatto, che ci piaccia o no, la democrazia è anche questo”. Anche l’associazione Pro vita è intervenuta sul Tweet del cantante “Fedez non dia lezioni che di ingerenze è lui il maestro”.

La reazione di Fedez non si limita solamente al commento su Twitter, ma il rapper si affida come sempre al suo canale (seguitissimo) di Instagram. Qui sulle storie ha postato degli interventi video ancora più duramente critici nei confronti del Vaticano. “Avete letto l’ultima di oggi? Il Vaticano ha detto all’italia ‘se approvate il ddl zan state violando il Concordato tra Vaticano e Italia’… Ma chi cazz… ha concordato il Concordato? E non avevamo concordato che ci davate le tasse sugli immobili? L’Europa – continua – ha stimato sui 5 miliardini, forse di più… in realtà non si sa perché avete perso il conto degli immobili. Dateci quei soldi che servono a mandare avanti il Paese – dice -, poi venite a rompere le palline sulle leggi italiane magari, no? E comunque, piccolo spoiler, amici del Vaticano, siamo uno Stato laico, so che non siete abituati a sentirvelo dire, però in teoria lo siamo”, conclude Fedez