Crisi settore spettacolo, Fedez ai colleghi “Rinunciamo all’anticipo minimo garantito per istituire un fondo”

12
Ott
2020
Pubblicato da:

Il giovane artista, a 24 ore dall’evento “Bauli in piazza” di Milano, lancia una proposta a tutti gli artisti con l’obiettivo di aiutare concretamente i lavoratori dello spettacolo.

“Nel weekend scorso tutte le maestranze della musica e tutte le persone che lavorano dietro al palco si sono riunite per chiedere qualche certezza rispetto al settore che è già duramente colpito dalla situazione attuale e sicuramente sarà colpito ulteriormente nei prossimi mesi. – ha esordito Fedez – Ho una visione abbastanza disincantata del mondo e credo che i politici non servano a un cazzo fondamentalmente. Quindi metto sul tavolo una soluzione che ho già proposto nei mesi scorsi, ma probabilmente non è stata ‘vista’. Utilizzo i miei spazi social per proporre una soluzione pragmatica che noi artisti possiamo attuare e le stesse agenzie di booking possono mettere in atto”.

Durante l’evento di domenica 11 ottobre a Milano in Piazza Duomo, tutti hanno chiesto alle istituzioni di essere ascoltati per essere supportati non solo dal punto di vista economico ma anche delle tutele lavorative. Da qui la proposta diretta ai colleghi e alle agenzie live per supportare i lavoratori fragili del settore.

Questo sito web utilizza cookies di profilazione di terze parti per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner, scrollando la pagina acconsenti all'uso dei cookie.leggi di più
Musictory utilizza YouTube API Services. Per info clicca qui