Coronavirus, è morto Ellis Marsalis, leggenda del jazz

02
Apr
2020
Pubblicato da:

Poche ore fa, la leggenda del jazz di New Orleans Ellis Marsalis Jr ha perso la vita. A dare il triste annuncio è stato il direttore dell’Ellis Marsalis Center For Music, Quint Davis, ai microfoni della CNN.

“Con grande tristezza annuncio la morte di mio padre, Ellis Marsalis Jr., a causa delle complicazioni del coronavirus” ha annunciato suo figlio Branford, anche lui famoso musicista (sassofono), in una nota sul suo sito Web, aggiungendo che era stato ricoverato in ospedale sabato. “Era un gigante della musica e dell’insegnamento, ma un padre ancora più grande – ha detto Branford – e ha messo tutto ciò che aveva per permetterci di sviluppare il meglio di noi stessi”. 

Fu tra i primi ad abbandonare il Dixieland per avviarsi verso la fine degli anni Cinquanta verso il jazz moderno. Suonò al fianco di Cannonball e Nat Adderley negli anni Sessanta, poi al fianco di Al Hirt. Per raggiungere a sua volta la notorietà dovette però attendere l’affermarsi dei due figli, ma a quel punto tutti gli hanno riconosciuto quanto gli era da tempo dovuto. Tra i suoi allievi, oltre a Wynton e Branford ci sono altri jazzisti come Terence Blanchard, Donald Harrison, Harry Connick Jr., Nicholas Payton, Kent e Marlon Jordan e molti altri.

Ellis Marsalis era una leggenda, il prototipo di quello che intendiamo quando parliamo di jazz di New Orleans”, ha dichiarato il sindaco di New Orleans, LaToya Cantrell.

Questo sito web utilizza cookies di profilazione di terze parti per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner, scrollando la pagina acconsenti all'uso dei cookie.leggi di più
Musictory utilizza YouTube API Services. Per info clicca qui