Concerto del primo Maggio, Lo Stato Sociale canta un inno contro la politica

02
Mag
2018
Pubblicato da:

Roma e la sua Piazza San Giovanni quest’anno si sono proprio scatenati con inni dai toni decisamente molto forti contro il mondo della politica.

Tra i tanti a salire sul palco c’erano anche i ragazzi de Lo Stato Sociale, attesi inizialmente con il brano Una vita in vacanza classificatosi secondo al passato Festival di Sanremo. Il gruppo però, per “voce” di Lodo Guenzi ha intonato un inno contro il mondo della politica italiana, gridando nomi e cognomi di tutti quelli che sono oggi a capo dell’Italia.

Nel giorno della festa dei lavoratori ecco le parole pronunciate, senza alcun filtro o bis nemmeno in diretta tv Mi sono rotto il cazzo di Maria Elisabetta Alberti Casellati, di Giacinto Della Cananea, di Luca Cordero di Montezemolo, prima di tagliare ai vitalizi bisognerebbe tagliare i cognomi.

La folla ha applaudito il gruppo che ha intonato una versione rivisitata e corretta appositamente per l’occasione del brano “Mi sono rotto il c….” Presente nel loro disco Turisti della democrazia pubblicato nel 2012.

Questo sito web utilizza cookies di profilazione di terze parti per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner, scrollando la pagina acconsenti all'uso dei cookie.leggi di più
Musictory utilizza YouTube API Services. Per info clicca qui