Chris Brown racconta le violenze su Rihanna “Sputava sangue”

Chris Brown racconta le violenze su Rihanna “Sputava sangue”

17
Ago
2017
Pubblicato da:

Il pestaggio risale al 2009: Rihanna aveva chiuso la storia con Chris Brown ma lui inizialmente non volle saperne e continuò a tormentare e ad essere violento con la ex; lei prima di chiudere dichiarò più volte pubblicamente “Mi ha picchiata ma lo amo”.

Oggi che sono passati anni da quei momenti e che la storia tra i due è finita, a raccontare a fondo i dettagli di questi tristi avvenimenti è proprio Chris Brown che confessa i suoi errori e rivela dettagli agghiaccianti.

Nel documentario Chris Brown – Welcome to my life, il rapper ha raccontato ogni dettaglio di quella vicenda mostrando le (ormai tristemente famose) immagini del volto tumefatto di Rihanna. Il tutto è iniziato con un tradimento da parte di lui che RiRi non è mai riuscita a perdonargli, da quella scoperta il loro rapporto si è incrinato e da quel momento tutto è peggiorato “Mi odiava, ho provato di tutto, ma a lei non importava. Non ha più avuto fiducia in me. Da quel momento è andato tutto in discesa, perché c’erano troppe lotte verbali e lotte fisiche”.

Prosegue poi dichiarandosi un mostro “Mi sono sentito un mostro. L’ho davvero colpita, con un pugno chiuso, come se la picchiassi e le ho colpito il labbro, e quando l’ho visto, ero scosso. Perché diavolo l’ho colpita? Poi mi ha sputato in faccia, ha sputato sangue in faccia, così mi sono arrabbiato ancora di più: era una vera lotta in un’auto.”.

Oggi che questa storia si è fortunatamente chiusa Chris Brown confessa di vergognarsi se ripensa a quei momenti “Quando rivedo quella foto penso: ‘Quello non sono io, fratello’. Mi perseguiterà per sempre”.