Celentano si complimenta con Zalone pubblicamente, poi lo chiama ma l’attore pensa ad uno scherzo

07
Gen
2016
Pubblicato da:

Adriano Celentano è uno dei tanti italiani che negli ultimi giorni è andato al cinema a godersi il nuovo film di Checco Zalone, intitolato “Quo Vado?”. Il cantante ha dichiarato al Corriere della Sera di essere stato letteralmente travolto dalla comicità dell’attore barese, e di essere un suo fan già da tempo.

“‘Cado dalle nubi’ l’avrò visto sei o sette volte – ha detto il “molleggiato” – Lo tengo da conto perché quando mi capita magari di essere un po’ stressato a causa di una eccessiva concentrazione sul lavoro, anziché prendere 5 gocce di Lexotan accendo il televisore, guardo quel film e alla seconda battuta già mi rilasso allegramente. Per cui Zalone è anche un efficace toccasana di cui le farmacie non possono essere sprovviste.”

Per Celentano, Zalone è una “medicina che ci difende e ci rende immuni dalle gravi infezioni che ci procurano le clamorose ca**ate di un certo cinema internazionale, i cui ingredienti non sono altro che la solita violenza”. Il cantante di “Azzurro” è sicuro che Zalone sia arrivato al successo perchè “ha puntato in fondo all’angolo più remoto della nostra anima. Dove anche i cosiddetti ‘colti’, sempre più assetati di potere, ne hanno purtroppo perso le tracce, le quali si identificavano con quella ‘sana ignoranza’ che a nostra insaputa ci rende puri e quindi belli anche se brutti poi, nessuno lo è. Perché inevitabilmente, non essendo ipocriti, oltre che belli si è anche simpatici.”

“Quo Vado?” sta battendo ogni record di incassi: solo nei primi due giorni di uscita, il film ha incassato 14 milioni di euro. Nella pellicola, Celentano viene imitato da Zalone in maniera davvero simpatica, così dopo avergli fatto i complimenti sul Corriere, il cantante ha deciso di chiamare il comico, che ha pensato fosse uno scherzo telefonico.

“Pensavo fosse un mio amico che mi faceva uno scherzo e l’ho mandato affanc… – ha raccontato ad Oggi Checco Zalone – Quando mi sono reso conto che era davvero lui… che figura di m… E poi proprio col mio mito di sempre. Da ragazzino cantavo le sue canzoni davanti allo specchio e provavo le sue mosse. Lo amo”.

Questo sito web utilizza cookies di profilazione di terze parti per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner, scrollando la pagina acconsenti all'uso dei cookie.leggi di più
Musictory utilizza YouTube API Services. Per info clicca qui