Caso Rinascente, nuovi video incriminano Marco Carta

15
Lug
2019
Pubblicato da:

Sembrava tutto finito e invece si riaccende l’attenzione sul furto delle magliette alla Rinascente per cui Marco Carta era stato denunciato. Una vicenda che sembrava essersi conclusa con la caduta delle accuse contro il cantante, eppure oggi ci sono nuovi elementi che ribalterebbero ancora la situazione.

L’artista era stato arrestato insieme all’amica Fabiana Muscas e in seguito rilasciato. Carta ha sempre affermato di essere estraneo al furto e ha dichiarato più volte di attendere con ansia settembre quando ci sarà il processo. In un’intervista fiume rilasciata in tv a Barbara D’Urso, il cantante si è detto sereno e pronto a raccontare quello che è davvero accaduto ai giudici.

Secondo le ultime indiscrezioni in questi giorni ci sarebbero state nuove svolte nel caso. Il pubblico ministero avrebbe acquisito i filmati delle telecamere di videosorveglianza del negozio, visionando le immagini. Non solo: avrebbe anche interrogato diversi testimoni, tra cui i dipendenti dello store.

Questo materiale dovrebbe suffragare l’ipotesi del pm, Nicola Rossato, che pare ritenga che anche il cantante sia coinvolto direttamente nel furto. Stando a quanto filtra, pare che le testimonianze abbiano rafforzato l’ipotesi accusatoria si legge sul Il Giornale di oggi.

Bisognerà attendere il prossimo 20 settembre, data prevista dal Tribunale, per conoscere l’esito delle indagini e quali conseguenze si scaturiranno su Marco Carta.

 

Questo sito web utilizza cookies di profilazione di terze parti per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner, scrollando la pagina acconsenti all'uso dei cookie.leggi di più
Musictory utilizza YouTube API Services. Per info clicca qui