Backstreet Boys: arrestato il biondino Nick Carter

15
Gen
2016
Pubblicato da:

Mercoledì sera Nick Carter è stato arrestato per rissa a Key West, in Florida, negli Stati Uniti. Il cantante dei Backstreet Boys è finito in manette verso le 19, dopo essersi presentato in un locale – completamente ubriaco – con un suo amico di vecchia data.

Stando ai fatti descritti da NBC News, i due hanno fatto a botte quando è stato chiesto loro di lasciare il locale, l’Hog’s Breath Saloon. La polizia ha detto che l’amico di Carter ha dato una testata a un dipendente del locale, mentre lui ha afferrato un buttafuori per la gola. Nelle ultime ore sta girando molto la foto segnaletica scattata a Carter dalla polizia.

Sia Carter che il suo amico si trovano ancora adesso in una prigione della contea di Monroe: secondo la CNN il biondino dei BSB apparirà per la prima volta davanti a un giudice nei prossimi giorni.

Non è la prima volta che Nick  Carter si trova in mezzo a problemi con la legge: già nel 2002 gli agenti avevano fatto scattare le manette sempre per una rissa avvenuta in una discoteca, quando lui aveva solo 21 anni. Inoltre i suoi problemi non derivano unicamente dalla sua irascibilità, ma anche dalla dipendenza dall’alcool e dalle droghe; debolezze che aveva dichiarato di essersi lasciato alle spalle nel 2009, dopo aver scoperto di avere una malformazione congenita.

Questo sito web utilizza cookies di profilazione di terze parti per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner, scrollando la pagina acconsenti all'uso dei cookie.leggi di più
Musictory utilizza YouTube API Services. Per info clicca qui