Aerosmith, il furgone storico ritrovato in un bosco: immenso valore collezionistico

18
Ago
2018
Pubblicato da:

Una vera chicca per i più pazzi collezionisti: è stato ritrovato in un bosco lo storico furgone con cui la band viaggiava agli inizi della sua carriera. Un pezzo unico che, nonostante alcuni visibili segni del tempo, verrà restaurato e venduto probabilmente all’asta.

Il ritrovamento è avvenuto a Chesterfield, nella contea di Hampshire. Il furgone risale al 1964, è un International Harvester Metro (modello in produzione dal 1938 al 1975) ed è stato ritrovato quasi per caso dal programma americano American Pickers.

Il mezzo è appartenuto con certezza alla band, visto il loro logo disegnato sul lato e le dichiarazioni fatte successivamente bassista Tom Hamilton, ripreso dall’account Twitter ufficiale del gruppo, e da Ray Tabano, fondatore ed ex membro del complesso: “Risale al periodo precedente a quello del nostro primo disco, quando eravamo solo dei ragazzi che cercavano di fare qualche soldo su e giù per il Massachusetts. La contea di Hampshire, dove ci spingevamo per suonare, è piuttosto lontana da Boston e per una serata guadagnavamo circa 125 dollari. Tra la benzina e le altre spese a noi ne rimanevano ben pochi. All’epoca quel van è stato il nostro hotel e sono più di quarant’anni che non metto piede lì dentro”. 

Il van ai tempi, ricorda la band, fu acquistato per la cifra di 25 mila dollari; ad oggi le sue condizioni non sono buone, ma i conduttori del programma assicurano che con un accurato restauro il mezzo verrà rimesso a nuovo e potrebbe anche tornare in funzione.

Non è ancora chiaro che cosa ne faranno: non è esclusa l’ipotesi di un’asta aperta ai collezionisti, e come afferma qualcuno tra questo potrebbero esserci proprio gli stessi proprietari di allora.

Questo sito web utilizza cookies di profilazione di terze parti per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner, scrollando la pagina acconsenti all'uso dei cookie.leggi di più
Musictory utilizza YouTube API Services. Per info clicca qui