Addio a Chris Trousdale, l’ex bimbo prodigio e leader dei Dream Street morto a 34 anni di coronavirus

04
Giu
2020
Pubblicato da:

Il cantante americano Chris Trousdale, ex bimbo prodigio della boy band dei Dream Street, è morto a 34 anni a causa del coronavirus

L’annuncio della scomparsa è stato dato dalla sua manager, Amanda Stephan. “È con il cuore pesante che confermiamo la scomparsa di Chris Trousdale avvenuta il 2 giugno 2020 per una malattia non precisata. E’ stato una luce per tanti e mancherà moltissimo alla sua famiglia, agli amici e ai fan in tutto il mondo”.

Il cantante era ricoverato in un ospedale di Burbank, in California, dove è deceduto per complicazioni legate al coronavirus, come hanno scritto sui social alcuni amici, sebbene la famiglia non abbia confermato la notizia.

La sua fama di bambino prodigio deriva dal fatto quando ha debuttato a Broadway aveva solo 8 anni. Si è fatto notare passando da Les Misérables a The Sound of Music poi sono arrivati i Dream Street, dei quali è stato uno dei fondatori. La band ha spopolato tra il 1999 e il 2002 quando si è sciolta. Chris era il cantante tredicenne. Gli altri componenti del gruppo erano Jesse McCartney, Greg Raposo, Matt Ballinger e Frankie Galasso.

Questo sito web utilizza cookies di profilazione di terze parti per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner, scrollando la pagina acconsenti all'uso dei cookie.leggi di più
Musictory utilizza YouTube API Services. Per info clicca qui